Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

E se a te non piacesse quello che sei? Dove trovi i pezzi per trasformarti in un altro tipo di persona?

Martedì, 9 febbraio 2016 @10:00

"E se a te non piacesse quello che sei? Dove trovi i pezzi per trasformarti in un altro tipo di persona? Può essere qualcosa che leggi in un libro, o un gesto che vedi per strada? Il mezzo sorriso di un insegnante, il modo di camminare di una ragazza sulla spiaggia."
(Amy Hempel)

Un pezzettino di un libro che mi ha fatto pensare. E’ tratto da un #librochemiaspettava: "Ragioni per vivere", Mondadori, racconti dell’americana Amy Hemel (con la traduzione di Silvia Pareschi). Già. Come diventare altro da quello che siamo? Ma in fondo non lo facciamo sempre, quando clicchiamo su belle foto di fiori e tazze di tè su Instagram; quando guardiamo una, due volte il look di una modella su un giornale, quell’accostamento che forse potremmo osare (io mi sono innamorata di una delle ultime copertine di Gioia, la sottoveste quasi vintage portata insieme a una giacca di jeans); quando ammiriamo la tavola ben "impaginata" di un’amica, i suoi asciugamani, ci fidiamo del consiglio di un libro? Ispirazione.

Poteri magici di un bagno caldo.

Giovedì, 4 febbraio 2016 @09:32

"Ecco come si fa. Si entra in una vasca piena d’acqua, adagio, senza fretta. Ci si sdraia e si aspetta che la superficie sia perfettamente liscia. Poi si respira a fondo, si immerge la testa sott’acqua e si ascolta la giocosità del cuore".
(Amy Hempel)
Poteri magici di un bagno caldo.

Un #librochemiaspettava: "Ragioni per vivere", Mondadori. Mi ha aspettato per anni, anche perché è di racconti, un genere che non frequento molto. Ma una sera, una sera in cui volevo leggere qualcosa di breve, una storia piccola, che finisse presto, l’ho preso in mano. Ed eccomi nel mondo della scrittrice americana Amy Hempel. E sì, mi è piaciuto. Perché ci sono racconti che sono come un bagno caldo. Perché un bagno caldo e profumato è una terapia per moltissime cose. Eccolo, dunque, il mio #spillo di questa settimana su Gioia.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.