Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Saper amare il frammento e la cicatrice: vivere è essere imperfetti.

Lunedì, 6 agosto 2018 @10:44

"Oggi, seduta davanti alla mia casa, mentre guardavo il vento nel grande tiglio, ho capito che tutto è già perfetto, meglio: che niente è ancora perfetto."
(Christiane Singer)
Saper amare il frammento e la cicatrice: vivere è essere imperfetti.

Il Buongiorno di oggi, che è anche il mio #spillo della settimana su Gioia, è tratto da un piccolo libro meditativo ("Dove corri? Non sai che il cielo è in te?", Servitium Editrice) che mi ha regalato un’amica. Lo tengo vicino al letto, per leggerne qualche pagina nella penombra, nel buio.

Riguardo invece al coraggio di essere felici, che era lo #spillo della settimana scorsa.
In risposta a un amico che chiedeva perché ci vuole coraggio, e perché coraggio nonostante, gli ho scritto questo, e mi faceva piacere condividerlo con voi. In qualche modo la felicità è anche il coraggio di amare le proprie cicatrici, quelle vere e quelle dell'anima. E quindi:
Nonostante le diagnosi mediche che ti ribaltano la vita, nonostante i sogni calpestati, le illusioni perdute, le amicizie sfilacciate o infrante; nonostante le perdite delle persone care che speriamo vengano a trovarci almeno nei sogni; nonostante la fatica,la stanchezza, l’amarezza del rifiuto, la paura del buio. Ci vuole coraggio a essere felici. Nonostante, appunto. E la felicità per me da sempre è anche nelle piccole cose. Forse sono quelle che mi danno più coraggio.

Se la vita non ha senso, significa che essa è il senso.

Giovedì, 26 ottobre 2017 @08:26

"La vita non ha senso, né senso vietato, né senso obbligatorio. E se non ha senso, vuol dire che va in tutti i sensi e trabocca di senso, tutto inonda. Fa male tanto a lungo quanto le si vuole imporre un senso, piegarla in una direzione o nell’altra. Se non ha senso, significa che essa è il senso"
(Christiane Singer)
Non è vita se non puoi perderti in strade sbagliate. Non è vita se pretendi che ti porti dove vuoi tu.

Una mia cara amica, Stefania R., mi ha regalato un piccolo libro di pensieri che tengo, in questi mesi, accanto al letto: è "Dove corri? Non sai che il cielo è in te?" (titolo un po’ assurdo, di Servitium Editrice), di Christiane Singer. Leggo qualche pagina, ogni tanto, quando mi sento persa; quando, appunto, mi sembra che la vita non abbia senso (frase retorica, ma quando la senti dentro, nella pancia, nella gola, è terribile). E così ho incontrato queste frasi, questa pagina, che è diventata il mio #spillo su Gioia. Leggo, rileggo. E come un mantra, mi sembra che possa funzionare.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.