Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Quella strada che passa dritta per il mio cuore.

Martedì, 12 aprile 2011 @08:38

"In verità niente è mutato:
il castagno davanti a casa, nel tormento dell’edera,
i susini sul loro tappeto azzurro,
il dolce sentore dell’infanzia e della rovina.
Su per la valle rombano i camion
e l’ombra corre attorno alla casa,
in senso antiorario e studia il dolore.
Persino il pozzo sta lì come una poesia…
Soltanto le strade nel paese sono aumentate,
e una dritta dritta passa per il mio cuore."

(Michael Krüger)

Quella strada, che attraversa il mio cuore.

(Ricordate "La parola amore la imparai a memoria, per non doverla usare"? Era il mio Buongiorno del 28 marzo. La poesia di oggi è tratta dalla stessa raccolta: "Il coro del mondo", Mondadori, del poeta tedesco Michael Krüger)

La parola amore la imparai a memoria, per non doverla usare.

Lunedì, 28 marzo 2011 @07:38

"Ci eravamo dati appuntamento
la notte, fra i paesi,
con la luna calante.
Lei voleva prender con sé il suo cavallo,
io portavo la valigia.
Io avevo riflettuto su ogni parola.
Dovevano essere tutte leggere, però non vaghe,
decise ma non troppo pesanti.
La parola amore la imparai a memoria
per non doverla usare.
All’altezza dei cipressi
ritti come stoppini piantati in terra,
ci passammo accanto senza un saluto".

(Michael Krüger)

E dunque usiamola, la parola amore…

(I versi di oggi, del poeta tedesco Michael Krüger, sono tratti dalla sua antologia Mondadori, "Il coro del mondo").

A proposito di nostalgia, dell’inverno, e del perché le cose importanti, nella vita, accadono.

Mercoledì, 26 gennaio 2011 @09:37

"Così si presenta l’inverno quest’anno.
Cresce la nostalgia, i giorni si fanno più brevi,
poi più lunghi.
No no, cuor mio
per me non c’è soccorso".

(Michael Krüger)

Questa nostalgia, che mi stringe appena il giorno scivola nel buio. Dimmi tu, che cosa posso fare, con questa nostalgia.

(I versi di oggi, del poeta tedesco Michael Krüger, sono tratti dalla sua antologia Mondadori, "Il coro del mondo").

Bellissimi anche in tedesco:

So sieht der Winter aus in diesem Jahr.
Die Sehnsucht wächst, die Tage nehmen ab,
dann zu.
Nein nein, mein Herz,
zu helfen ist mir nicht.

E, a proposito di nostalgia, mi piace riportare, qui, le parole con cui Nathania, la nipote di Tullia Zevi, voce dell’ebraismo, ha ricordato sua nonna, appena scomparsa, sul Corriere della Sera. "Ti penso, perché ci piacciono gli stessi profumi. Ti penso quando, come oggi prima del funerale, sto cercando un parrucchiere che mi faccia questa benedetta acconciatura a banana di cui parlavi sempre e con cui, adesso lo rimpiango, non ti ho mai dato la possibilità di vedermi… Ripetevi che quando si è giovani sembra tutto irreparabile, ma poi in fondo non lo è. Credo che tu abbia ragione ed ho capito che, proprio come dicevi tu, il cuore è un muscolo intelligente con una voce speciale, e "quando urla lo senti"… Una delle cose che mi hai insegnato è che una signora lascia sempre il suo bagno in ordine e che un bicchiere di vino rosso prima di affrontare una prova importante è un trucco che funziona quasi sempre. Un’altra è che le cose importanti, nella vita, accadono".

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.