Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Quando la distanza che ci separa da un amore è solo la forza del filo che ci lega.

Venerdì, 8 giugno 2018 @15:13

"Quando ti incontravo, nelle serate in mezzo agli altri, mi sembrava di essere un compasso. Mi sentivo inchiodata in un punto, con l’anima che ti seguiva ovunque tu andassi. Tenendoti a distanza".
(Stefania Rossotti)
Quando la distanza che ci separa da un amore è solo la forza del filo che ci lega.

Il Buongiorno di oggi, che è anche il mio #spillo su Gioia, è tratto da "Il giorno uno di noi due" (Mondadori), il piccolo intenso romanzo di una scrittrice, Stefania Rossotti. Piccolo perché è breve, ma ha dentro, concentrato, un mondo. Anzi ha dentro un amore, vertiginoso, potente, che comincia nella Milano degli anni Settanta. Il giorno uno di noi due: è il giorno in cui comincia tutto. Il giorno in cui inizia un amore.
Da Stefania, che è anche un’amica, ho imparato molte cose: che quando succede qualcosa di bello nella nostra vita è bello tornare a casa e "ripassarlo" da soli, sul divano, nella penombra; che ci sono sempre dei momenti di "semplice abbondanza", di piccole cose che ci rendono felici, anche solo dei fiori sulla scrivania o un glicine profumato per strada, e bisogna saperle guardare davvero ed esserne grati. Ma soprattutto ho imparato- e forse questa è la lezione più importante - che non bisogna avere paura del buio.

Il giorno uno di noi due.

Martedì, 6 febbraio 2018 @07:46

"Oggi è il giorno uno di noi due. Stiamo insieme per la prima volta. E per la prima volta capisco che io e te non riusciremo mai a stare insieme davvero: una lezione di inglese, un cinema, un’assemblea, un matrimonio, un viaggio o un caffè al bar. Non faremo mai niente di tutto questo. Quando siamo noi due, non possiamo fare altro che essere soli. Starci addosso e poi strapparci via.
Da qui in poi, vivremo sempre con i minuti contati, noi due. Sapendo che ogni cosa durerà pochissimo e per sempre. Un pomeriggio, un’ora, una notte. Non come fosse l’ultima volta, ma l’unica. La nostra possibilità, dentro una vita dilatata: enorme e lunghissima. La vita vera, quella di tutti. Dove tu non ci sei. Dove io non ci sono."

Questa pagina è sfilata da un libro che esce oggi, un piccolo libro di 120 pagine che tocca cose, in silenzio, dentro di noi: l’amore, il dolore. "Il giorno uno di noi due" (Mondadori) è stato scritto da una carissima amica, ed ex collega di Grazia, Stefania Rossotti. Ma non è per questo che dovete leggerlo. Mi piace da sempre lo sguardo di Stefania sul mondo: il mondo fuori, e soprattutto dentro di noi. Qui l’ho ritrovato. E spero accompagni anche voi.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.