Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L'Autrice s/connessa.

Lunedì, 4 maggio 2009 @10:40

L’autrice e’ tornata. Ancora s/connessa, a dir la verita’, perche’ gli aggiustatori di computer nel mio altrove straniero hanno sentenziato che il mio MacBook e’ irrecuperabile. Mi sono concessa un doppio caffe’ per riprendermi, e adesso sto litigando con questo computer consonantico, che ha una tastiera strana, visto che siamo nel paese delle consonanti… Cerco comunque di mettervi on line i Buongiorno della scorsa settimana. Se il computer consonantico acconsente.

APRILE 27

"E’ che dietro le cose ci sei tu, Primavera, che incominci a scrivere nell’umidità, con dita di bambina giocherellona, il delirante alfabeto del tempo che ritorna".
(Neruda)

Forse perché, insieme ai fiori che ritornano e sbocciano, prepotenti, coraggiosi, come ogni primavera, ritornano anche i ricordi. Il passato si intreccia al presente e mette foglie verdi, e vere.

APRILE 28

"Tutto quel che ora esiste
non è mio.
L’uomo che si sta facendo la doccia
non è mio.
L’uomo che è stanco di correre nei miei labirinti
non è mio.
L’uomo educato che si lima le unghie
prima di grattare la mia monotonia
non è mio.
L’uomo che nutre tutto quel che mi circonda
e dimentica la mia fame
non è mio?.
(Hamda Khamis)

Ma io questo voglio: un amore, tutto per me. Da non dividere con nessuno. Mio.

(La poetessa Hamda Khamis vive in Bahrain. I versi sono tratti dalla bellissima antologia di poetesse arabe contemporanee, che ho spesso saccheggiato, intitolata "Non ho peccato abbastanza", Mondadori)

APRILE 29

"Per vivere non voglio
isole, palazzi, torri.
Che altissima allegria:
vivere nei pronomi!
Getta via i vestiti,
i connotati, i ritratti;
non ti voglio così,
travestita da altra,
figlia sempre di qualcosa.
Ti voglio libera, pura,
irriducibile: tu.
Quando ti chiamerò, so bene,
tra tutte le genti
del mondo,
solo tu sarai tu?.
(Pedro Salinas)

Ci sarai solo tu, inutile il nome e il cognome: tu, che esisti, semplicemente, per me.

(Il poeta spagnolo Pedro Salinas e’ una nuova, meravigliosa scoperta. E devo dire grazie all’ambasciatore italiano qui nel mio altrove straniero, che una sera mi ha parlato di quella che lui chiama la "poesia dei pronomi", e poi mi ha prestato il libro: "La voce a te dovuta", Einaudi. Questa e’ la XIV poesia della raccolta, uscita nel 1933. Poesia dei pronomi, appunto: perche', per chi mi ama, non ho piu' nome e cognome, sono leggera e unica, sono semplicemente io. Rispondo semplicemente al "tu". Grazie all'amico ambasciatore, di tutto. E a tutti quelli che mi indicano nuove strade di poesia)

APRILE 30

"E davanti a loro la vita risplendeva come in una notte buia una riva piena di luci".

(Nina Berberova)

Così mi sembra la vita, quando sono insieme a te: così mi piace la vita, quando sono insieme a te. E’ semplice: guardo la linea dell’orizzonte, guardo le luci che brillano, mi sento parte di tutto, delle luci, della notte, del mare. Di te.


(La frase della scrittrice russa Nina Berberova e’ tratta dai racconti "Dove non si parla d’amore", Adelphi)

MAGGIO 4

"Non uso la disperazione, non è cosa mia
me l’hanno solo affidata in custodia".

(Wislawa Szymborska)

No, non è cosa mia. La disperazione è entrata dalla porta senza bussare, si è incollata alla mia ombra, dorme sul mio cuscino. Apro gli occhi al mattino e la ritrovo lì, con la sua polvere di incubi e di paure. Ma non mi appartiene. So che un giorno, come è arrivata, sparirà. Lo so. E, semplicemente, aspetto.

(I versi di oggi, della poetessa polacca Wislawa Szymborska - che, come sapete, e’ una delle mie poetesse preferite – sono tratti dall'antologia pubblicata da Adelphi)

2 commenti

giusyliberti@libero.it | Lunedì, 28 dicembre 2009 @23:52

cara lisa,il tuo primo libro mi è stato consigliato da una carissima amica:tua madre Toia.E' stato letto e apprezzato. come va la vita?

finalmente | Giovedì, 23 luglio 2009 @12:52

bentornata

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.