Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Desiderio.

Venerdì, 18 dicembre 2009 @07:53

"Le mie poesie ora non sarebbero state scritte per lei o su di lei, per me sarebbero state lei. Se il mio desiderio di lei fosse stato tutto ciò che avrei conosciuto, lo avrei alimentato come se fosse stato il futuro che lei e io non avremmo mai avuto".
(Peter Manseau)
Le mie parole disegnano la città dove potremmo abitare, la casa dove potremmo entrare insieme, il letto dove potrei svegliarmi con te, ogni mattino. Vieni?

(La frase che ho scelto per City oggi è tratta da un romanzo che ho appena finito di leggere: "Ballata per la figlia del macellaio", dell'americano Peter Manseau, Fazi. Il protagonista? Un poeta yiddish all’inizio del secolo scorso, che sogna e cerca la sua "predestinata" da Odessa a New York… La cerca con il desiderio, il ricordo, la accarezza con le sue poesie. E poi - è la forza della poesia, del desiderio, del destino? - la troverà)

11 commenti

LISA | Domenica, 3 gennaio 2010 @13:51

Allora, Cristina, aspetto commenti sul libro di Manseau... e ovviamente su Stella, quando l'avrai conosciuta!

Cristina | Giovedì, 31 dicembre 2009 @00:38

Ah.. al mio ritorno a Milano leggerò Stella e poi ti farò sapere :)

Cristina | Giovedì, 31 dicembre 2009 @00:32

Scrivo da Milano, anche se non sono milanese.. :)
il libro di Manseau, quest'anno, è stato l'unico regalo di Natale bello e che mi si addice che mi sia stato fatto.. ovviamente da me.. e da te :)
Scusami per il ritardo, e auguri per il nuovo anno!

P.S.: Buongiorni luminosi, gli ultimi che hai lasciato.. ma basta complimenti che mi sembro stupida, anche se li hai tutti tutti meritati :)

LISA | Sabato, 19 dicembre 2009 @09:04

Per PROUDLY GAY NAPOLETANO: benvenuto. Spero che il 2010 ti porti non solo parole d'amore, ma... un amore. Per CRISTINA: e tu, invece, da dove scrivi? Mi raccomando, in libreria, cerca anche Emma e Stella, se non le hai già portate a casa! L'autrice - mi ripeto, lo so - adora essere un regalo di Natale.

Anonimo | Venerdì, 18 dicembre 2009 @22:15

Chi non ha sognato almeno una volta nella vita la casa dei i suoi desideri. Vicina al mare o sulla montagna, piccola o grande che sia, ma sempre calda e accogliente per vivere il sogno con persona amata

Cristina | Venerdì, 18 dicembre 2009 @19:44

E ti pareva che nella fretta di esprimerti la mia opinione sulle parole del City io non dimenticassi di mettere il mio nome?
L'anonima sono io :)

Anonimo | Venerdì, 18 dicembre 2009 @19:41

scelta bellissima.. ho preso il City per caso o forse per sbaglio, e queste parole mi hanno dolcemente colpita..
Comprerò il libro, ovviamente.. e ti leggerò ogni volta che potrò, perché, da quel poco che so, ammiro (e condivido) le tue "scelte letterarie"..
Grazie

proudlygay.splinder.com | Venerdì, 18 dicembre 2009 @17:35

ogni mattina la prima cosa che faccio non appena compro il City è scrivere il piccolo inserto tratto dal tuo blog...sei fantastica....complimenti dal cuore...

CLAUDIO | Venerdì, 18 dicembre 2009 @15:30

....chi cerca trova, dicono.....

Commento con due aforismi:

(Voltaire) Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi.
Questo lo dedico all'Amico Fabrizio di Torino.

(Oscar Wilde) Quando un uomo dice di aver esaurito la Vita, significa che la Vita lo ha esaurito.

Un saluto a tutti.

LISA | Venerdì, 18 dicembre 2009 @13:33

Ti racconto solo che ho intervistato l'autore, molto simpatico, che non c'entra nulla con il mondo yiddish: anzi, sempre per la serie amore e destino, lui è figlio di un ex prete e un'ex monaca, storia sulla quale ha scritto il suo primo divertente romanzo autobiografico!

Miriam | Venerdì, 18 dicembre 2009 @09:54

Cara Lisa, che gioia ritrovare queste parole! Pensa che la mia DolceMetà mi ha appena regalato questo libro - la recensione sul Domenicale del 24ore era positiva - e ora che lo ritovo qui sono ancora più curiosa al riguardo...conto di iniziarlo tra qualche giorno...ma ci puoi raccontare qualcosa di più?
MiriamRosaGialla
p.s. è propio bello quando "inseguiamo" le stesse letture, è questa la magia del tuo blog.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.