Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il cuore segreto delle cose.

Mercoledì, 22 maggio 2013 @08:28

Il cuore segreto delle cose.

Il Buongiorno di oggi non è il verso di una poesia, neppure la frase di un libro. Ma mi risuona dentro da qualche giorno: da quando, dopo il mio reading alla Stazione Rogers, siamo andati fuori a cena, e la giovanissima, simpatica ("cocola", come si dice a Trieste) cameriera, si è inserita nella conversazione (adoro quando succedono queste cose, e a Trieste, città di libri, di confini e di "babezi", di chiacchiere, succede spesso) e ci ha consigliato, anzi declamato il suo libro preferito, "Il cuore delle cose", di un giapponese, Soseki Natsume. Non l'ho letto, forse non lo leggerò mai. Ma le parole mi sono rimaste dentro. Qual è il cuore segreto delle cose?

23 commenti

Giusy | Venerdì, 24 maggio 2013 @13:42

Patri, che bello il tuo arcobaleno con dentro la Marta.
Belle le rose, vero? peccato che tu non possa vedere le foto della Race for the cure (visto che si svolgeva a Roma, potevano usare la nostra bella lingua per definirla, ma il problema è universale e l'inglese è la lingua più alla moda, se non la più diffusa) Peccato che tu non possa vedere le foto scattate da Claudia. Come saluto, ti invio fiori virtuali dai colori racchiusi nell'arcobaleno.

Aminta | Giovedì, 23 maggio 2013 @20:08

il cuore segreto delle cose e il cuore segreto di coloro ai quali hai dedicato la tua vita tu lo conoscevi, Don Gallo. Ora ti celebrano ma solo l'altro ieri fosti a rischio di scomunica. Chiesa ballerina.

Lilabella | Giovedì, 23 maggio 2013 @19:20

Cara Patri fiorista no, io sono quella a sinistra e la collana che indosso è opera dell'amica Claudia che invece nella foto è al centro. Grazie delle peonie del tuo giardino spettinato, io ti lascio il mio sorriso sincero e un fiore di gardenia!

ANNETTA | Giovedì, 23 maggio 2013 @15:09

@gabriella: sbaglio o il tuo ritrarti dagli altri quando non stai bene si chiama "rispetto"? A me capita di isolarmi quando sono girata perchè non mi va di buttare addosso agli altri il mio temporaneo malessere, posso solo immaginare come ti senti tu se stai male da anni. Tuttavia sono la prima a dire che ci sono persone e persone, alcune che fuggono davanti al malessere altrui, altre che hanno sempre una parola buona, un gesto di conforto, e spesso sono le più inattese. Non giochiamoci le seconde per paura delle prime, apriamoci, lo dico a te, a me, a tutti.

patri fiorista | Giovedì, 23 maggio 2013 @14:36

Ieri sera ho visto un arcobaleno perfetto, in segreto ho pensato che era la Marta che mi salutava. Gabriella quando penso a Te mi torna in mente Ada Merini. Come Te anche Lei ha fatto del suo "disagio " la sua forza, e questo la resa così vera e unica. Io ti ringrazio per la condivisione che fai della tua Vita con noi.
Giusy sai che ti immaginavo proprio così? Che magnifiche rose mi avete regalato!!!! Lila tu sei quella al centro? Claudia la tua collana mi piace molto. Visto che nel mio giardino spettinato sono fiorite le peonie ve mando un sacco Patri

Rosanna | Giovedì, 23 maggio 2013 @13:25

Se vuoi puoi mandarlo a :rosanna.minotti@alice.it

Rosanna | Giovedì, 23 maggio 2013 @13:23

Ciao Lisa, il messaggio della Signora ottantenne era rivolto a te, io ne ho 43 e come ti sarai accorta non ho molta dimestichezza con il computer.
Vorrei , se possibile un indirizzo di Posta vecchia maniera x girarlo a lei, che legge sempre i tuo articoli. Grazie

LISA | Giovedì, 23 maggio 2013 @09:15

Il cuore segreto delle cose... Mi piace quello che avete scritto: il santino sgualcito della mamma nel portafogli, la goccia di pioggia sul vetro, quel che è invisibile agli occhi ma c'è. Io, semplicemente, pensavo che il cuore segreto delle cose è l'amore. La solita perversa romantica. Ma forse è la stessa cosa.

LISA | Giovedì, 23 maggio 2013 @09:12

Per l'anonimo che racconta dell'ottantenne che ama i sassi: non ho capito a chi era diretto il messaggio...

LISA | Giovedì, 23 maggio 2013 @09:08

Gabriella: sono d'accordo con Claudia mdg, ci vuole coraggio e consapevolezza nel chiamare per nome la propria sofferenza, come fai tu. Coraggio, consapevolezza - qualità rare.

Lilabella | Mercoledì, 22 maggio 2013 @22:24

Lisa, proprio una bella domanda! Anche io penso che il cuore segreto delle cose si rileva in base a quanto noi consideriamo una certa cosa, al valore che le diamo. A volte anche un fiore semplice per noi può avere un significato se ci viene offerto da qualcuno che amiamo.
@ Gabriella: non sparire! Sì sente che hai un mondo dentro pieno di cose belle che aspettano solo di uscire fuori. Noi, come diceva la mia amica Claudia, non abbiamo paura!

Said | Mercoledì, 22 maggio 2013 @21:55

La goccia di piogga che scende lenta sul vetro, mentre fuori, piove

Max | Mercoledì, 22 maggio 2013 @17:02

Gabriè tu scrivi "perchè gli altri non lo tollerano"... A gabriè forse forse non è che dai troppa importanza a questi signori "altri".... Ma chi sono, ma quanto contano? Niente.
Oppure tanto se te gli dai tanta importanza.
Ma l'ago della bilancia sei sempre te...sempre.
Ti ricordi il marchese del grillo? Diceva: io sò io e voi nun siete ......" Ecco, te sei te e gli altri? Sono quello che tu gli dici di essere, e tutti, proprio tutti piangono quando nascono e se ne vanno che manco lo sanno, così diceva nonnetta mia...
A gabriè, cò Lisa t'aspettamo ar baretto de villa Adriana....primo giro offro io.
Ciao
Max

claudia mdg | Mercoledì, 22 maggio 2013 @15:09

@ Gabriella: il coraggio e la consapevolezza che dimostri chiamando per nome la tua sofferenza, convivendoci e affrontandola un giorno dopo l'altro fa capire che hai fatto un grande percorso interiore. Questo si sente nelle tue parole, ed è sicuramente la tua forza. Non sentirti stigmatizzata, abitiamo tutti, chi in modo consapevole chi senza accorgersene, zone di buio. Come hai detto tu, la normalità a volte è solo apparenza. Non sparire, se non hai paura tu perché dovremmo avere paura noi? claudiapillonca@yahoo.it

Giusy | Mercoledì, 22 maggio 2013 @13:24

...e aggiungo che tu, probabilmente, conosci bene "il cuore segreto delle cose".

Giusy | Mercoledì, 22 maggio 2013 @13:21

Gabriella, forse ti devo delle scuse, non mi era del tutto chiaro il tuo disagio, ora forse lo è, almeno in parte. Spero che continuerai a scriverci, a raccontare. Sei una "bella penna". Un abbraccio, accompagnato da tanta stima e considerazione.

Gabriella | Mercoledì, 22 maggio 2013 @12:24

Volevo ringraziare le amiche romane per aver "rilanciato" un nostro incontro:carinissime tutte. di annetta mi ha colpito quel guardare con profonda umanità ai vecchi che trascinano le loro buste della spesa carichi di anni e dispiaceri..in fondo è facile per tutti ( me in primis) commuoversi per il bimbo paffutello che ci sorride ma i vecchi chi li guarda? i barboni che puzzano per la strada e tante cose ancora? purtroppo volevo dire a giusy che ha cercato dolcemente di aiutarmi pensando che periodi no capitino aa tutti. io non sto in un periodo no. sto in un trip psichiatrico - ma che ha cause psicologiche profonde - da quando avevo 22 anni ed ora ne ho 48. seguita da professionisti sempre. questo perchè lo dico? per una forma di narcisismo all'inverso! no per sensibilizzare - non voi che la sensibilità ce l'avete di proprio - che la patologia psichiatrica esiste e che talvolta - come nel mio caso - è dissimulata tra le pieghe di un'apparenza normale." è una mia lotta allo stigma psichiatrico che esiste ancora nell'anno di grazia 2013! e uno se dissimula "ingoia" il dolore non è perchè NON vuole ammetterlo ma perchè gli altri non lo tollerano! è un discorso troppo lungo e complesso e davvero non si può esaurire nelle righe di un blog per quanto amabile e "aperto" esso sia. un bacione

Anonimo | Mercoledì, 22 maggio 2013 @12:00

Da mesi voleva mettersi in contatto con te una ottantenne che non ha internet, emiliana, che ha scelto roma mezzo secolo fa.
Come te ama i sassi, come te ha fatto 39 viaggi, ti prego lasciami un tuo indirizzo (posta) per farti contattare da lei.

Danae | Mercoledì, 22 maggio 2013 @10:27

Il cuore segreto delle cose è ciò che rimane invisibile agli occhi ma che prende un senso quando rinvestiamo di attenzioni e di significato quella cosa. Un po' come il piccolo principe e la sua rosa!

? | Mercoledì, 22 maggio 2013 @10:18

è il tuo ,il nostro cercare tra le cose che amiamo , la vita .

annetta | Mercoledì, 22 maggio 2013 @09:54

Ho un "santino" che mi diede mia mamma nel 1991 che ho sempre conservato nel portafoglio e dal quale non posso separarmi. Negli anni ho ricevuto mille altri oggetti da lei ma quell'immaginetta sgualcita ha un'anima. Quando ho temuto di averla persa ho provato un profondo dolore. E poi il guinzaglio del mio cane, morto che ero alle scuole medie e appeso sul balcone da 35 anni. Impossibile separarsene.

Paola | Mercoledì, 22 maggio 2013 @09:19

il cuore segreto delle cose per me è l'anima che vive in un oggetto, in qualcosa anche di molto piccolo ma che assume un'importanza per noi inquantificabile, tutto ciò che resta con noi, che si imprime sulla nostra pelle, ci conquista e segue dentro, come qualcuno che ti prende e tiene per mano, per sempre..

lamaggi | Mercoledì, 22 maggio 2013 @08:56

ce l'hanno. quando le guardi, le prendi in mano, ti ricordano qualcuno, qualcosa, ti parlano, ti chiedono "portami con te".come i libri. poi ti riempi le stanze, la casa, migrano in cantina, in garage, in soffitta ma non riesci ad abbandonarle

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.