Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Si apre e distende giugno, come un campo di papaveri.

Lunedì, 10 giugno 2013 @08:40

"Il mese di giugno si distese all’improvviso nel tempo con serietà ed esattezza."
(Neruda)
Si apre e distende giugno, come un campo di papaveri.

39 commenti

LISA | Martedì, 11 giugno 2013 @08:32

Pienadisperanza: è una frase tratta da "Tentativo dell'uomo infinito", una prosa-poetica del 1926. Il mio libro è "20 Poesie d'amore e una canzone disperata" (Edizioni Accademia), ma trovi sicuramente altre edizioni. (E mi racconti chi sei, dietro il tuo nickname? Quanti anni hai, da dove scrivi?)

pienadisperanza | Martedì, 11 giugno 2013 @08:23

Ciao a tutti, non riesco a trovare la poesie da cui è tratta la citazione di oggi? Mi aiutate?

Said | Martedì, 11 giugno 2013 @07:55

Signora Lisa, perché parla così di me? Parole strane, piene di fastidio. La saluto.

LISA | Martedì, 11 giugno 2013 @07:42

Marta, grazie. Anch'io la farei una passeggiata sulla High Line. Chissà cosa c'è di fiorito, oggi. Tra i grattacieli e l'Hudson.

Aminta | Lunedì, 10 giugno 2013 @21:27

non ti ci vedo nelle vesti della Regina di cuori Lisacorva, la regina trattava il marito come uno straccio era dispotica e umorale. Non le somigli per nulla

Marta | Lunedì, 10 giugno 2013 @19:27

Lisa, stasera ti inviterei ad una passeggiata sulla high line...

Lilabella | Lunedì, 10 giugno 2013 @19:20

Lisa questo mese di giugno non poteva che iniziare con una poesia così grandiosa! Mi sono quasi immaginata un corpo che si distendeva in mezzo ai campi. I papaveri spericolati me li ricordo anche io ed al lavoro ho anche un dipinto stampa di papaveri con una frase di Victor Hugo. Non la ricordo esattamente ma il succo è questo: il riso riesce a togliere l'inverno che è sul nostro volto. Credo sia per questo che mi piace sorridere quando posso e sorvolare sui tafferugli o sui piccoli inconvenienti che posso avere nella vita. Lisa mi hai fatto sorridere, ti ci vedo vestita da Regina di Cuori e quanto a Max in bocca al lupo con Alice :-)

Luigi | Lunedì, 10 giugno 2013 @17:29

Farfalla bruna dolce e definitiva
Come il campo di frumento e il sole,il papavero e l’acqua. Pablo Neruda

Max | Lunedì, 10 giugno 2013 @16:53

Mi madre me diceva sempre: oggi è mejo stasse zitti che volano ciabatte...
E allora mi ascolto i bandabardò e auguro buona serata a todos!

Lady Chat. | Lunedì, 10 giugno 2013 @15:42

E citiamo pure il Cappellaio matto con il suo tè o il Coniglio che non ricordo cosa combinasse. Romanzo e film indimenticabili. Alice esce indenne dal sogno e la Alice di Max scenderà indenne dal motorino? non lo sapremo mai.

Max | Lunedì, 10 giugno 2013 @15:37

Lisa, so femmine: sole e tempesta. Porta pazienza!

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @14:13

Oggi farò mio, Max, il grido della Regina di cuori in Alice nel Paese delle Meraviglie: "Tagliatele la testa, subito!". ;-)

Max | Lunedì, 10 giugno 2013 @14:06

'Mazza che venticello de tempesta che gira.... donne, è arrivato er pacere, metteteve la gonna colorata che annamo tutti a ballà! Bone...state bone...e che d'è? Sarà s'estate torrida che ce leva er respiro e fa vennì vojà, pure ar cervello, d'anna a cercà un pò de fresco?
Er problema che qui ga unn freddo boia...

? | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:52

Ho "ventì poesie..... qui alla mia sinistra andate a vedere i commenti dello scorso anno adesso basta veramente . è tutto diventato noioso

Giusy | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:44

...e mi sono stufata anch'io, forse per motivi diversi da quelli di Lisa.

Stefano | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:41

Lisa, guarda che io sono "innamorato" di Neruda.
Sono intervenuto proprio per mettere fine a polemiche sterile che interessano poco a noi tutti.

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:35

Stefano: è proprio da lì che ho preso la frase di oggi. E' tratta da "Tentativo dell'uomo infinito". ?, un po' di Neruda farebbe molto, molto bene anche a te. E se non ti piace, è semplice: cambia blog. E adesso, per favore, basta.

? | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:14

ma che bosforo sta qui e sogna la sua terre e mi faceva piacere che lui continuasse a sognare . difficile da capire ? neruda ,ecc sono fritti e rifritti .

Gabriella | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:13

grazie anche da parte mia a francescachesièsposata per averci fatto rileggere dall'archivio storico del corriere della sera l'articolo della lamarque sui "papaveri spericolati." vivian lamarque è tra le poetesse contemporanee da me preferite leggera e profonda nello stesso tempo. e ha una grazia speciale!

Stefano | Lunedì, 10 giugno 2013 @13:05

Hai ragione Lisa, meglio parlare di Neruda
Magari del libro " Venti poesie d’amore e una canzone disperata"

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:56

Sì, avevi salutato Said pensando che fosse davvero sul Bosforo, per quello dico che forse è meglio che tu rilegga. Non prendertela a male, ma la conversazione è conversazione, non parole scritte a caso. E questo vale per tutti. Ma non vi annoiate a leggere commenti polemici o semplicemente inutili? Io sì. E preferisco parlare di Neruda e della Austen.

? | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:49

avevo salutato Said ,ma non importa bella la conversazione che sta avvenendo adesso ci si capisce molto ...

........ | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:38

Avrà finito la riunione evidentemente....

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:30

?, ogni tanto fai dei commenti che non c'entrano assolutamente niente nè col post nè con gli altri messaggi. Che faccio, lascio? Forse è meglio spolverare... Rileggi almeno prima di postare quello che scrivi! Niente contro di te, ma mi fa fatica leggere cose scritte a caso. E credo non solo a me.

........ | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:27

Data 12/03/2013 11:51
Lo sai che tu sei e rimarrai sempre speciale per me
Non te lo dimenticare

? | Lunedì, 10 giugno 2013 @12:10

buona fortuna

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @11:50

Domo, che letture da maschio! Ed è un complimento, ovviamente. Avevo letto "La famiglia Winshaw" di Coe quand'era uscito, nel '94 (un libro a cui sono affezionata perché fa parte dei libri che abbiamo letto insieme io e mio marito, che ha gusti molto diversi dai miei: uno scaffale a sé in libreria, con anche "Middlesex", "Un uomo vero" e "La versione di Barney"). Ma sai però che non so se lo rileggerei ancora?

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @11:48

Grazie, Francescasposa, per aver ripescato dal mare web i pensieri-papavero di Vivian Lamarque. Da ricordare quando ogni giugno.

Francescasièsposata | Lunedì, 10 giugno 2013 @11:39

Adoro i papaveri e adesso che me li immagino spericolati, mi fanno ancora più tenerezza...
http://archiviostorico.corriere.it/2004/giugno/01/grazie_papaveri_fiori_spericolati_che_co_7_040601015.shtml

domo | Lunedì, 10 giugno 2013 @10:14

Posso aggiungere qualche titolo?
Coe -La famiglia winshaw
H. Kureishi - il buddha delle periferie
Lilin - educazione siberiana
E. Zola -il ventre di Parigi

alice | Lunedì, 10 giugno 2013 @10:09

Oh Jane Austen...mi fa sentire una signora inglese dell'800 che legge un suo romanzo dietro ad una finestra, accanto al camino, mentre fuori nevica..."Persuasione" è il mio preferito.
Della Yoshimoto, poi, ho letto praticamente tutto...

Allora vada per "Notti bianche" e "un giorno questo dolore ti sarà utile" ( questo titolo mi incuriosisce molto!)...
Grazie Lisa!

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @10:08

Alice lettrice onnivora! Allora prova a guardare l'elenco consigliato nel post di cui ti ho mandato il link.Uno dei più bei romanzi che io abbia letto ultimamente è "Notti bianche" di André Aciman (Guanda): qui leggi l'intervista che gli ho fatto, e se clicchi sul suo nome in verde trovi i Buongiorno che gli ho sfilato http://www.lisacorva.com/it/view/729/ . Un altro scrittore che ho conosciuto e che mi piace molto è. Peter Cameron, e qui c'è il nostro incontro: http://www.lisacorva.com/it/view/60/ . I suoi "Un giorno questo dolore ti sarà utile", e "Quella sera dorata" , sempre Adelphi, sono due romanzi delicati, intensi, su quando ci troviamo sull’orlo di tutto. Della delicata Yoshimoto mi sono piaciuti "High & Dry. Primo amore" e "Moshi moshi" Feltrinelli. E Jane Austen? Da leggere o rileggere, sempre. Ma prima i miei libri, mi raccomando!

alice | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:50

ho 24 anni, ma divoro tutto...qualsiasi genere...da Virginia Woolf a Sophie Kinsella...da "le mille e una notte" ad un qualsiasi libro di Montalbano...
Ho appena finito di rileggere "Il coperchio del Mare" di Banana Yoshimoto e di leggere il nuovo libro di Carrisi...
Leggo davvero tutto...per me i libri sono evasione, fantasia, un porto sicuro...

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:44

Alice, buongiorno! Non posso far altro che consigliarti "Ultimamente mi sveglio felice" e "Glam Cheap" di una certa lisacorva:-) Qui, invece, sotto a questo Buongiorno del 2011, troverai una piccola lista dei "libri che ho regalato e regalerei" http://www.lisacorva.com/it/view/520/ Ma, se mi dici il titolo di un libro che ti è molto piaciuto, e anche quanti anni hai, ti mando un consiglio in più.

LISA | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:39

Gabriella: sì: i papaveri spericolati, perché crescono anche tra i binari di periferia, sono di Vivian Lamarque.

alice | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:33

Ciao Lisa! Adoro tantissimo i tuoi buongiorno...
Ti scrivo per chiederti un consiglio su un buon libro da leggere...ma sai cosa ti dico? Leggo il tuo!
E dopo?
Mi consigli qualche libro da leggere sotto l'ombrellone fra un esame e l'altro?
Grazie!

Gabriella | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:31

scusa lisa se uso impropriamente questo tuo spazio ma ho avviato una comunicazione -per ora così poi spero di persona e anche con altri/e del blog-con lila e claudia. ebbene carissime ieri il mio cell ha preso la pioggia battente di milano e..puff si è spento. non si riaccende più.oggi non so se potrò riacquistarne uno in caso ci risentiamo mercol quando sarò di nuovo a roma. scusa lisa ma non mi piace che una persona mi mandi un msg e dall'altra parte sembra ci sia una non risposta! buon inizio di settimana. ieri gita a luino per mostra su vittorio sereni nel centenario nascita. bruttissimo tempo però ho intravvisto ai bordi delle strade come macchie cromatiche e di vita "i papaveri spericolati". li chiamava così vivian lamarque o mi sbaglio? mi ricordo la citasti tu lisa.

Max | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:22

Per Free: ecchime!

FREE | Lunedì, 10 giugno 2013 @09:14

Qual è il massimo della condivisione fra amiche?

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.