Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Verde il mattino, arancione il tuo amore. Lo mordo come fosse un’albicocca.

Mercoledì, 19 giugno 2013 @07:08

"Nel mattino verde
volevo essere cuore.
Cuore.

E nella sera matura
volevo essere usignolo.
Usignolo.

(Anima,
fatti color d’arancia.
Anima,
fatti color d’amore)".

(Federico García Lorca)
Il tuo amore. Lo mordo come fosse un’albicocca.

(Verde il mattino in cui mi sono svegliata. Arancione l'amore e le prime albicocche. E i versi di oggi sono tratti da "Poesie d'amore", di Lorca, Guanda. Con testo a fronte. En la mañana verde, quería ser corazón).

7 commenti

Lilabella | Giovedì, 20 giugno 2013 @14:02

Grazie Lisa e grazie anche a te Annetta, seguirò il tuo consiglio: guarderò sempre avanti! ;-)

LISA | Giovedì, 20 giugno 2013 @08:25

Lilabella: "e volevo essere amore/ volevo essere io / quella parola/ mai pronunciata da te". Bellissimo. Non vogliamo forse, tutti, essere la parola amore per qualcuno? Che in fondo, Alba e Annetta, è quello che dite anche voi. Le declinazioni della parola amore.

ANNETTA | Giovedì, 20 giugno 2013 @08:10

Alba: ho avuto il tuo stesso pensiero ieri, leggendo la splendida lirica di prevert. I grandi amori, quelli veri, secondo me contengono il germe della trasformazione, sono quelli che sanno incanalare una grande passione in un sentimento profondo, maturo e duraturo. E sono pochi, uno o due nella vita se si è fortunati; ed è normale così. Quindi donne, ragazze, godiamo appieno della passione,di tutte le passioni, ma se il fuoco si spegne non disperiamoci più di tanto, è nella loro stessa natura essere effimere; prendiamole per quello che sono, con un pò di lievità, di sorriso, di gratitudine per la vita che ce le ha regalate, e guardiamo avanti, sempre avanti...

Lilabella | Giovedì, 20 giugno 2013 @05:30

E volevo essere Amore
volevo essere io
quella parola
mai pronunciata
nel tuo cuore
un tempo solitario

alba | Mercoledì, 19 giugno 2013 @08:47

eccessve per essere durature

LiSA | Mercoledì, 19 giugno 2013 @08:37

"E ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino". Sempre commovente Montale, nel ricordo della moglie. L'amore del ricordo, quello della sera. Ma le parole di Lorca di oggi sono l'amore sfolgorante del mattino.

alba | Mercoledì, 19 giugno 2013 @08:21

hio sceso ,dandoti il braccio , almeno un milione di scale ......quanto amore , quanta riservatezza , quanta tenerezza in questi versi .

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.