Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Un vestito talismano, un libro, un mondo migliore: il velo rosa di Malala, per tutte noi.

Lunedì, 15 luglio 2013 @08:52

"Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo".
(Malala Yousafzai)
Basta un libro per cambiare il mondo. Crediamoci.

Avete sicuramente letto o visto tutti il discorso di Malala, venerdì 12 luglio, davanti all’Onu: la ragazza pakistana sedicenne che i Talebani hanno cercato di uccidere l’anno scorso, sparandole alla testa mentre tornava a casa dalla scuola. Per punizione: perché studiava; e perché scriveva, sul suo blog, che le bambine hanno diritto di studiare. Mi ha commosso, come a tutti. Anche quel velo rosa indossato per parlare di fronte al mondo: fu di Benazir Bhutto, primo ministro del Pakistan, assassinata nel 2007. Insieme a lei vorrei ricordare un altro bambino pakistano coraggioso: Iqbal, il bambino operaio sfruttato, venduto a cinque anni a un commerciante di tappeti, il bambino schiavo che si ribellò, fuggì, raccontò la sua storia a tutto il mondo: e fu ucciso nel '95, a soli 12 anni. Malala e Iqbal, dunque.
I vestiti talismano. E un blog e un libro per credere in un mondo migliore.

3 commenti

? | Martedì, 16 luglio 2013 @20:19

non è sufficiente crederci dobbiamo tutti fare qualche cosa e se già facciamo qualche cosa ,dobbiamo fare di più

Lilabella | Martedì, 16 luglio 2013 @17:58

Crediamoci, nei bambini, nel potere della cultura, nel potere del cuore contro ogni arma!

? | Martedì, 16 luglio 2013 @08:04

la voce di tanti bambini che soffrono e non solo per mancanza di cultura ....i nostri canti di amori disperati sono ridicoli al confronto .scusate ma oggi mi sono svegliata un pò così...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.