Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Un buon matrimonio: complicità, tenerezza e diritto all’errore.

Martedì, 17 settembre 2013 @09:53

"Se reputo infantile l’idea di una coppia aperta a tutte le correnti d’aria, non nutro neppure molta stima per le coppie che sanno di chiuso; e provo solo disprezzo per la coppia all’antica, basata sulla sottomissione della donna all’uomo, o sulla castrazione dell’uomo a opera della donna. Se dovessi enunciare le mie convinzioni in materia, direi: la complicità, la tenerezza e il diritto all’errore".
(Amin Maalouf)
Un buon matrimonio, un matrimonio che dura: complicità, tenerezza e diritto all’errore.

Il Buongiorno di oggi è tratto dal romanzo "I disorientati", Bompiani, del libanese Maalouf. Mi ha fatto pensare che una coppia, per resistere nel tempo, non ha bisogno solo di amore. Ma anche di complicità, tenerezza, e quell'inaspettato, verissimo, diritto all'errore.

6 commenti

Lilabella | Martedì, 17 settembre 2013 @19:06

Non sono la più adatta a dare indicazioni in materia ma credo la complicità ed una serie di interessi in comune possa aiutare una coppia e naturalmente non devono mancare tenerezza e diritto all'errore.
Un sorriso serale al salotto verde!

Michela | Martedì, 17 settembre 2013 @14:31

Disorientata ma sulla retta via, eccomi qui! Proprio oggi mi sento strana: ieri ho realizzato di non poter abbandonare una carriera universitaria per un esame (l'ultimo esame) tralasciato 3 anni fà e mai più toccato. L'entusiasmo del lavoro, del primo lavoro, serio, fisso, fatto di terre, frutti e persone mi ha coinvolto subito...ma quando guardavo dentro di me, sentivo di non aver completato per bene tutte queste prime tappe di vita. Mi sembra di aver spostato un sasso gigante dentro di me riaffrontando questo capitolo...eppure quotidianamente mi trovo davanti a sfide e responsabilità ben più grandi. Che strano l'essere umano... Ecco il mio diritto all'errore.

Giusy | Martedì, 17 settembre 2013 @14:04

Ah, dimenticavo: amore ed entusiasmo

Giusy | Martedì, 17 settembre 2013 @14:02

Anch'io "vanto" tantissimi anni di matrimonio ma oggi mi va di guardarli dal basso: dagli inizi (visto che tra un mese ci sarà l'anniversario: 46 per la precisione + 3 di apprendistato). Complicità, sicuramente, comunione di idee e gusti, quasi ci siamo...tenerezza,tanta (0ra q.b.) e che dire del diritto all'errore? Vorrei che quel tipo di diritto fosse Solo mio. Bello il commento di Andrea Rényi; se non ricordo male, ho visto una sua breve intervista in Tv ma non ricordo l'argomento.

carla | Martedì, 17 settembre 2013 @11:56

Parole sante!!

Andrea Rényi | Martedì, 17 settembre 2013 @10:00

Dall'alto dei miei tantissimi anni di matrimonio posso confermare: Maalouf ha ragione.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.