Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Rossetti (e profumi) perduti.

Venerdì, 27 settembre 2013 @09:33

"Perché ci sono rossetti, e creme, e profumi, che hanno questo potere, pensa la ragazza dalle unghie blu. Li tiriamo fuori dalla scatola luccicante, li proviamo per caso, perché sono un regalo, perché li troviamo nel bagno di un’amica. E poi, come un amore, entrano nella nostra vita – e non ce ne siamo neanche accorte. Come un amore, più di un amore. Il rossetto diventa il piccolo gesto antidepressivo nelle giornate buie, quelle in cui non si ha il coraggio di affrontare niente: la pioggia, il freddo dentro e fuori, il traffico, un capo collerico. Giornate buie: illuminate all’improvviso da un lampo di rosso, e quante volte l’ha fatto anche lei: quel lampo di luce che ci passiamo sulle labbra, e che ci rende immediatamente più belle, potenti, determinate, impermeabili alla pioggia e alle pozzanghere della giornata... Poi ci sono i profumi, aromaterapia portatile; le creme, carezze sulla pelle quando nessuno ci accarezza. E infine i disastri imprevedibili, quando il talismano che ci accompagna da anni – quello che ci ha tenuto compagnia, accarezzato, consolato – non si trova più. Fuori produzione, dice la commessa della profumeria, soavemente inconsapevole della ferale notizia. Provi magari in un’altra città, una città più grande, una città più piccola; provi in un magazzino, provi on line, provi a chiedere alla profumeria all’angolo o quella in centro. Ma il rossetto è introvabile, la crema ha variato composizione, il profumo è stato ritirato dal commercio, persino il deodorante ha cambiato elementi attivi e, semplicemente, non sa più di noi. E adesso come faremo? Come faremo ad alzarci al mattino, a uscire di casa senza la sicurezza di quel gesto – il rossetto sulle labbra, qualche goccia di profumo sui polsi – che ci rende forti, sicure, protette?".

L'avete riconosciuto? Oggi il Buongiorno è una pagina dal mio ultimo libro, "Ultimamente mi sveglio felice": uscito un anno fa. L'ho scelta come Buongiorno di oggi (e quindi, niente Friday Lisa, perché non ho il coraggio di tradurla), perché esattamente tra una settimana, venerdì 4 ottobre, alle 18, parleremo di rossetti e profumi perduti in un posto speciale: Drogheria 28, a Trieste. Una vecchia drogheria trasformata in libreria antiquaria, dove tra volumi e stampe sono state messe in vetrina anche le confezioni di ciprie e rossetti trovate nella drogheria abbandonata... Con me ci sarà Arianna Boria, amica e giornalista de Il Piccolo, ad ascoltare le vostre storie, a pensare a tutto quello che può raccontare un semplice rossetto. Dunque, vi aspetto: venerdì 4 ottobre, a Trieste, Drogheria 28, via Ciamician 6. E' in Cavana, una delle mie zone preferite a Trieste, proprio sopra piazzetta Hortis.

8 commenti

Lilabella | Domenica, 29 settembre 2013 @18:42

Non mi trucco molto ma il rossetto è il mio trucco preferito. Per me che non trucco gli occhi credo sia il mio punto di forza. Mi dispiace, Lisa, di non poter essere a Trieste. Spero tu possa venire anche a Roma molto presto. :-)

jane | Venerdì, 27 settembre 2013 @17:02

Lisa, ti aspetto a Milano e, intanto, grazie per i tuoi ''buongiorno'' che illuminano le mie giornate, che leggo come un oroscopo, che ritaglio e conservo nei miei diari, che regalo in occasioni speciali. Ciao.

Marinella | Venerdì, 27 settembre 2013 @13:46

Grande Lisa! Se potessi essere in due posti contemporaneamente, venerdì 4 sarei ad Assisi e a Trieste... come fare? Papa Francesco non ripeterà facilmente la giornata di Assisi, ma tu potrai riorganizzare questo evento, magari vicino a Milano...vero?

LISA | Venerdì, 27 settembre 2013 @12:54

Jane: lipstick power! Verrai il 4, sei a Trieste o dintorni?

LISA | Venerdì, 27 settembre 2013 @12:53

Stavolta, Lis@, niente unghie blu, ma un reperto storico e una storia, se ce l'hai... Io ho davvero una storia di rossetto perduto. Ve la racconterò il 4.

Lis@ | Venerdì, 27 settembre 2013 @12:34

Aspettavo questo piccolo e prezioso evento da quando me lo preannunciasti in Stazione Rogers! A presto!!

Marta | Venerdì, 27 settembre 2013 @12:06

Rossetto come penna con cui lasciare dei "ti amo" o dei "ti odio" la mattina dopo sul vetro smerigliato del porta piatti in cucina...

jane | Venerdì, 27 settembre 2013 @11:05

Wow, Lisa, il potere del rossetto lo subisco anch'io: entrare in un negozio e trovarmi davanti ad un espositore, scegliere un colore, annusare il profumo, rimirare la confezione bella, piccola ma potente e' un lusso che mi concedo e al quale non so resistere. Sono proprio donna in quel momento e ho fatto una cosa tutta per me, solo per me. Buon rossetto a tutte.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.