Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Sotto le tue dita io sono una castagna bruna.

Giovedì, 24 ottobre 2013 @08:15

"Sotto le tue dita io sono una castagna bruna.
Così respira in tasca ai bambini.
E la buccia, che punge tanto,
l’ha rotta l’amore
con colpi verdi".
(Jan Skàcel)
Raccogli una castagna, oggi, infilala in tasca. Piccolo, lucido talismano d’autunno.

È uno dei miei Buongiorno preferiti per l'autunno. Sono a Milano con la pioggia, Milano città avara di natura, ma con piccole meraviglie d'autunno: le foglie gialle che disegnano quadri sui marciapiedi color grigio petrolio e lucenti di pioggia, castagne selvatiche cadute per terra, da raccogliere, e tenere in tasca, talismano.
Questo è anche il mio #spillo su Gioia in edicola!

7 commenti

Giusy | Venerdì, 25 ottobre 2013 @16:28

Uno scampolo di tempo per dire che Gabriella che ha ben colto il fascino discreto della "mia" città.

Lilabella | Giovedì, 24 ottobre 2013 @22:54

Ho mangiato le mie prime castagne della stagione e sì, voglio credere che una piccola castagna possa diventare il mio talismano portafortuna!
Un sorriso serale al salotto verde.

lia.mo | Giovedì, 24 ottobre 2013 @15:32

Ciao.....anche io raccolgo le castagne d'india, come facevo da piccola con mia mamma; l'ho sempre fatto e ora sono io a portarle a casa alla mamma che non esce piu'.

Valentina Mariani | Giovedì, 24 ottobre 2013 @12:10

è un rituale che mi accompagna fin dall'infanzia, quando con mio nonno andavo al parco nei pomeriggi d'autunno e mi raccontava che una castagna in tasca avrebbe tenuto lontano il raffreddore..

Francescasièsposata | Giovedì, 24 ottobre 2013 @10:38

Cara Lisa, quanto sono affezionata alle piccole castagne d'India, qui a Torino le chiamiamo ginge... Tenerne una in borsa allontana il raffreddore, io non so se è vero, però mi piace crederci! Cercando se la parola "gingia" esiste fuori dal Piemonte (e mi sembra di no), ho trovato questa bella favola, che vorrei condividere con il salotto verde: http://www.mariagiulia-alemanno.com/wordpress/?p=2493

Hermione | Giovedì, 24 ottobre 2013 @09:52

Sempre piacevole rileggere questi versi!

Gabriella | Giovedì, 24 ottobre 2013 @09:24

a milano ci abita mia sorella, io a roma. io amo tantissimo milano brume comprese. roma mi ha fatto sempre pensare ad una signora bellissima che "sciupa" la sua bellezza perchè ridondante; milano invece mi fa venire in mente una signora non bellissima ma di una grazia discreta..e poi i cortili..e l'offerta culturale che c'è a milano è molto più raffinata di quella di roma che devo dire negli ultimi anni si sta muovendo.insomma io romana amo le brume del nord. milano ha un respiro più europeo, roma-lo scriveva moravia- è una città provinciale nel bene e nel male. resta che i toni rosa ocra dei palazzi, il riverbero della luce(penso ai quadri di mafai) restano "irriproducibili."

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.