Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Tutto stava dormendo come se l’universo fosse uno sbaglio.

Sabato, 16 novembre 2013 @19:16

"Everything was sleeping as if the universe were a mistake".

"Tutto stava dormendo come se l’universo fosse uno sbaglio".

Non un Buongiorno ma un Buonasera: che in realtà è il titolo di una mostra appena aperta a New York. Ma è una frase che mi sta sussurrando dentro perché, come accade sempre nelle Finis Terrae del mondo, ci sono luoghi dove tutto sembra tacere. A cominciare dal ronzìo del wifi e del telefonini.
E sì, sono appena tornata da un punto estremo del mondo. Dove? Ve lo dirò tra un paio di settimane… E vi dirò anche dove trovarmi: in edicola!
Intanto posso dirvi che questa mia Finis Terrae ho visto: baretti torrefazione anni Cinquanta, tutti specchi e cameriere vintage, dove il caffè si beve in piedi, come ancora adesso in certe torrefazioni a Trieste; vecchi 45 giri attaccati come decorazione ai muri; villaggi di frontiera da dove partivano gli esploratori (e in genere non ritornavano); signore eleganti che arrivavano secoli fa, migranti di lusso, e oltre a costruirsi palazzi con bow windows in memoria della patria perduta mettevano una taglia sugli indigeni (prima sull’orecchio, poi sui genitali, così almeno vuole la leggenda); animali prima solo immaginati che, almeno così ti illudi, ti guardano con una certa sorpresa (animali poi rivisti sotto forma di cioccolatini e dolcetti, nei baretti della Finis Terrae; o come peluche da portare a casa e da comprare in areoporto, Made in China ovviamente); la luna rovesciata, perché ero in effetti dall’altra parte del mondo; profumi e vento di avanzata primavera, mentre qui è autunno.
Ho visto che lì dove il mondo finisce, tace improvvisamente, e poi ricomincia. Quasi come se avesse inghiottito una poesia.

1 commento

Aminta | Domenica, 17 novembre 2013 @20:04

l'inquietante magnetismo dei Poli capace di calamitare tutto. Bello.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.