Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L'amore arriva d'inverno.

Mercoledì, 27 gennaio 2010 @07:30

"Il dolore è un paese dove piove di continuo, ma non cresce nulla. I morti vivono da un’altra parte, con addosso i vestiti con cui li ricordiamo".
(Simon Van Booy)
Il dolore è un paese dove ci si ritrova all’improvviso, senza aver mai voluto entrarci; in questo paese freddo e straniero che non vogliamo chiamare casa ci svegliamo, giorno dopo giorno, e ogni mattina è più difficile alzarsi.

(La frase di oggi è tratta dal libro di racconti di Simon Van Booy, Ponte alle Grazie. Mi aspettavo molto… Ma la cosa più bella del libro in fondo è il titolo: "L’amore arriva d’inverno").

13 commenti

MALU63 | Venerdì, 29 gennaio 2010 @11:31

X Anna lisa, mi dispiace immensamente e le parole giuste sono difficili da trovare,ma devi trovare tanta forza dentro di te per aiutare lei in questo momento in cui qualcosa di gigantesco vi stà travolgendo, ti abbraccio e ti sono vicina.

xoan | Giovedì, 28 gennaio 2010 @23:50

Spero di abbandonare il prima possibile questo piovoso paese. Sarà lei allora a riconoscermi dai vestiti bagnati quando mi vedrà. E se nel frattempo i vestiti si saranno asciutti, allora sarà troppo tardi.

LISA | Giovedì, 28 gennaio 2010 @09:43

Un doppio abbraccio, allora, per ANNALISA FARMACISTA in ospedale, e per l'amata sorella. (E un abbraccio di buon compleanno anche a Simona Pasionaria).

Annalisa farmacista | Giovedì, 28 gennaio 2010 @09:22

Grazie carissime tutte. No, cara Lisa, è l'altra sorella. Quella che ha dieci anni meno di me, diabetica, e alla quale sono affezzionata in un modo quasi morboso (l'altra sorella non me ne voglia). Le ho fatto quasi da mamma, anzi è sempre stata lei a chiamarmi la sua seconda mamma. Purtroppo è in ospedale da più di un mese e adesso dobbiamo aspettare il responso di una biopsia. Questo dice tutto. Io non riesco nemmeno a piangere tanto è grande il dolore che mi prende. Per fortuna il consorte è molto comprensivo e non si lamenta del fatto che passi più tempo in ospedale che a casa con lui. Capisce e mi stringe forte quando mi vede triste. E così mi sono sentita anche con voi. Grazie veramente.

Io vivo per lei | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @19:22

E' il titolo di una stupenda canzone cantata da Bocelli e Giorgia. Io vivo per...la primavera, l'amore durante gli inverni (ma anche nelle estati), vivo per chi mi ama, vivo per la poesia, per la musica e per tutto quello di bello che esiste al mondo. Mi unisco ad Anna e a Manu per mandare soffi stratosferici ad Annalisa e alla sua sorella. Volevo anche ricordare che oggi è la giornata della memoria. Ricordiamoci quante persone sono morte per il sentimento contrario all'amore. p.s. oggi è anche il compleanno della più simpatica zia pasionaria che abbia mai conosciuto. Tanti auguri Simona.

ultimo | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @18:29

il dolore che assaggia i nostri corpi. Il dolore che fruga il nostro cuore, il dolore è l'essenza stessa dell'amore.

LISA | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @17:17

Tua sorella, ANNALISA FARMACISTA? Tua sorella mamma, e poi aspirante, e poi di nuovo mamma, a cui avevi regalato i miei libri? Annalisa, fammi sapere, facci sapere. Forse un abbraccio virtuale non può scaldare, nel paese del dolore, ma ti abbraccio lo stesso.

Manu su (H)onda | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @14:08

Annalisa , mi unisco ad Anna e soffio affinché tu e la tua famiglia ritorniate nel paese della gioia .
Un abbraccio

Anna dalla stalla di Versailles | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @13:53

Tanti soffi per Annalisa.
Il paese del dolore è l'unico che, prima o poi, tutti visitano ... purtroppo. Per fortuna, anche se più raramente, c'è anche quello della gioia.
Un caro saluto a Lisa e a tutte voi.

Annalisa farmacista | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @13:03

Siamo arrivati in questo paese del dolore. Io e la mia famiglia. Piove tanto. E anche se c'è l'amore non riusciamo a scaldarci. Fa freddo e anche conosolarci diventa difficile. Sono in attesa di una notizia che non mi fa respirare: potrebbe nella peggiore delle ipotesi trattarsi di una cosa grave a mia sorella che mi lascia senza fiato. La frase di oggi mi ha colpito. Sembra che tu Lisa mi stessi pensando. E allora grazie anche per questa fortuita coincidenza. Ho bisogno di parole e di pensieri per rendere meno triste il passaggio.

Diletta | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @11:42

Ogni giorno leggo il buongiorno, forse la funzione di quel piccolo e magico giornale si risolve in quelle poche righe scritte sulla testata. Forse mi sbaglio ma credo che ogni singola parola è parte di un puzzle fatto di sogni. Grazie per le dolci parole e grazie, oggi, per parole di riflessione. ( IL Mondo è anche questo)

CLAUDIO | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @10:43

.....senza l' Amore, la Vita è una giornata con un cielo nero, con pioggie e freddo.
Proprio, come scrive Lisa.

Senza l'Amore, si commettono gravi errori; oggi, ricordiamo la Shoah.

Buona giornata a tutti.

Manu | Mercoledì, 27 gennaio 2010 @09:33

Hai ragione il titolo è proprio bello e molto "vero". E' vero, spesso l'amore arriva d'inverno, a scaldarci il cuore ed a farci vivere ogni abbraccio come se fosse l'unica fonte di calore possibile.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.