Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La Ragazza dallo Sguardo Prezzante. (Sì, proprio lei: con nuove avventure glam cheap).

Mercoledì, 19 marzo 2014 @10:12

"Mi sono ritagliata una bella specializzazione. Sono una "prezzatrice" abilissima. Ho sviluppato una competenza incredibile nel riconoscere – e prezzare – qualunque capo di abbigliamento. Do del tu alle borse firmate come se fossero mie carissime amiche. La Bouvier di Gucci, la Gaucho di Dior, la Kelly o la Birkin di Hermès… Non le ho mai viste da vicino, ma non importa, le conosco intimamente, e soprattutto so recitare a memoria il cartellino del prezzo. E dire che di moda non ho mai capito nulla. Mi sono laureata con una tesi sul "Casting di Mr. Darcy", ovvero le fortune cinematografiche di Jane Austen. Il mio sogno è sempre stato quello di scrivere di libri e viaggi, e una borsa per me è sempre stata solo un accessorio con la zip dove infilare le chiavi di casa e gli occhiali da sole. E, naturalmente, il mio romanzo preferito".

E’ lei, Stella, la Ragazza dallo Sguardo Prezzante. (Ed è una pagina del mio libro, "Glam Cheap – Una vita in offerta speciale", uscito nel 2007 per Sonzogno, ahimè sempre più attuale). Stella è tornata, sempre più glam cheap, e vi aspetta a Torino: perché saremo lì, a Voce del verbo moda. Vi aspetto sabato 22 marzo alle 16, per parlare di cipolle e petali che diventano abiti insieme alla mia amica stilista Colomba Leddi (che mi disegnò l’abito di Glam Cheap, ispirato a quello della copertina del libro!); e domenica 23 alle 11, per parlare di "Vestirsi chic senza ridursi sul lastrico". Possibile? Possibile.
Vi aspetto! A Torino, questo weekend, al Circolo del Lettori:
http://www.vocedelverbomoda.it/vestirsi-chic-senza-ridursi-sul-lastrico/

7 commenti

Lilabella | Mercoledì, 19 marzo 2014 @21:45

Buonasera Lisa. Mi ricordo bene Stella di Glam Chip mi ricorda il nostro primo incontro a Perugia. A Torino purtroppo non posso esserci ma sono sicura sarai stupenda.
A Giusy: grazie a te per essere così gagliarda!!!
Un sorriso a te e al salotto verde.

LISA | Mercoledì, 19 marzo 2014 @21:00

Ciao Alessandra, che bello sapere che stai leggendo i "libri esistenziali", sull'onda di "L'eleganza del riccio". Mi piace pensare che "Il giunco mormorante", quel piccolo libro della Berberova, tra poco sarà in viaggio verso un'amica. Parole in viaggio, alla ricerca di sé. Alla Berberova sarebbe molto piaciuto. E poi, il prossimo? La Yourcenar con "Memorie di Adriano"? O la Byatt? Aspettiamo le tue prossime libro-emozioni.

LISA | Mercoledì, 19 marzo 2014 @20:58

Che bello, Giusy!

Giusy | Mercoledì, 19 marzo 2014 @18:56

...e aggiungo Stefania che scrive da Roma, che ritaglia, quando può, del tempo per unirsi a noi e che ci invita alla Race for the Cure.

Giusy | Mercoledì, 19 marzo 2014 @18:50

Spero, Lisa, che ti farà piacere questo fuori tema, comunque ho capito che sei generosa e ne approfitto.
Oggi ho ricevuto un pacco, conteneva un album di splendide foto, magistralmente ideato e impaginato. (ma come avranno fatto le tre
ragazze?) Un piccolo capolavoro, opinione condivisa dalla PietradelCarso (non gli nascondo nulla, o quasi).
In copertina, densa di gelsomini', una scritta: "auguri Giusy! da Lila,
Gabriella&ClaudiaTutte le foto sono opera della prof. Claudia, scattate in occasione dei nostri incontri. Tutte bellissime.
Questo per dirti che ho tra le mani uno dei più bei pensieri-regalo ricevuti nel corso dei miei "7+1"
Sapessi come sono belle queste ragazze; beltà interiore ed esteriore, unita a intelligenza e cultura. Proprio in questa sede le ho conosciute!

Alessandra R. | Mercoledì, 19 marzo 2014 @16:19

Dall'emozione ho dimenticato qui sotto di "autografarmi".

Anonimo | Mercoledì, 19 marzo 2014 @16:18

Spero a Torino (ma sono sicura) nuove lettrici conosceranno Stella e soprattutto tu. Peccato non esserci ma per chi passa di qua, vorrei lasciare il mio consiglio: quello di leggerti e scoprirti ogni giorno di più, che questa pagina sito diventi come una calda tazza di tè.
Tra l'atro Lisa ho letto il Giunco Mormorante, il libro che mi hai consigliato e che io riconsiglio. Il titolo, una sorta di proverbio declinato poi in racconto. Uno spunto per riflettere, per dare forma ad una consapevolezza, direi più ad un'abitudine, quella di ritagliarsi un posto, un momento, solo per noi stessi. Citando Titos Patrikiosc
''Passando in rassegna le cose già accadute / la poesia cerca risposte / a domande non ancora fatte", ecco il Giunco l'ho letto e immedesimato come una lunga poesia, che se forse non dà risposte, imprime la consapevolezza di cose, sensazioni, azioni che facciamo e sentiamo ogni giorno ma a cui non diamo un nome e/o non ce ne rendiamo conto. Ed è illuminante trovare la parola e il concetto a tutto ciò.
Devo dare più spazio comunque alla mia no man's land. Intanto sono (quasi) pronta per raggiungere l'altra mia terra (Albione, perfida non per me) in cui toccherò, sconfinerò, interagirò con altre persone: forse non una vera "terra di nessuno" ma via di qua per una manciata di giorni, sarà prendersi tempo per se stessi, lontano dai soliti tutti e dalla quotidianità. Nel trolley, una copia del giunco per l'amica che mi ospiterà. E il tuo buongiorno in tasca.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.