Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Un riccio di castagna dorato si staccò da un albero nascosto e atterrò sul marciapiede con un suono lieve.

Mercoledì, 8 ottobre 2014 @08:47

"Il cielo era di un azzurro radioso, ma l’aria immobile era fredda. Un riccio di castagna dorato si staccò da un albero nascosto e atterrò sul marciapiede con un suono lieve".
(Elizabeth Jenkins)
I colori e l’aria immobile di ottobre.

E’ vero che l’aria di ottobre è immobile… Sembra trattenga il respiro, in attesa dell’inverno. La frase di oggi è sfilata da un piccolo libro anni Cinquanta che mi è molto piaciuto, "La lepre e la tartaruga", Astoria http://www.astoriaedizioni.it . Casa editrice che ha un grande merito: come Persephone Books a Londra (di cui vi ho parlato ieri), pubblica libri introvabili o mai tradotti in Italia, quasi sempre di donne, quasi sempre inglesi, quasi sempre anni Trenta e Quaranta. Pagine vintage che amo molto, anche per la sottile ironia che le pervade. Sottile come la luce di ottobre. "La lepre e la tartaruga", in realtà, è un’eccezione: più che ironia, tagliente e trasparente lucidità. E’ un piccolo grande libro sul matrimonio, sull’invecchiare, sui sentimenti che si sgretolano, su una cinquantenne single e anonima vestita di tweed che, incredibilmente, sa catturare il cuore di un uomo.

5 commenti

Carla | Giovedì, 9 ottobre 2014 @18:02

Il babbo era un dipendente eni, non è una storia straordinaria ma mi ha concesso la conoscenza di altre luoghi e un certo senso di migrazione.

LISA | Giovedì, 9 ottobre 2014 @17:37

Nata alle Bahamas, ma è incredibile! Dai, racconta perché...

Carla | Giovedì, 9 ottobre 2014 @16:39

Alle Bahamas...

LISA | Giovedì, 9 ottobre 2014 @08:01

Carla, ai Tropici dove? Sono curiosa!

Carla | Mercoledì, 8 ottobre 2014 @21:25

I colori e l'aria immobile di ottobre... Non ovunque così immobili: io sono nata ad ottobre, ma per un caso familiare ai tropici(!), e mia madre mi ha sempre raccontato un ottobre caldo, soleggiato e meravigliosamente luminoso. Così io proprio non riesco a vedere ottobre freddo, ma solo i colori che, purtroppo, ai tropici non ci sono... Ha dei vantaggi vivere alle nostre latitudini!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.