Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perché credo nell’amore.

Venerdì, 27 febbraio 2015 @09:18

"E hai ottenuto quel che volevi da questa vita, nonostante tutto?
Sì.
E cos’è che volevi?
Potermi dire amato, sentirmi amato sulla terra".
(Raymond Carver)
Quel che mi aspetto dal mio passaggio sulla terra. Amore.

Non sapevo che queste frasi bellissime, struggenti, che sono all’inizio di un film da Oscar - "Birdman", Oscar plurali e meritatissimi di quest'anno, non perdetelo – sono anche incise sulla tomba di Raymond Carver. (E sono in Lisa globish, bellissime, in originale). Carver, lo scrittore americano, "Quello di cui parliamo quando parliamo d’amore". Già, di che cosa parliamo quando parliamo d’amore? Forse semplicemente di questo: delle persone che ci hanno tenuto in braccio, da piccoli; di chi ci ha stretto quando avevamo paura, chi ci ha sollevato sulle spalle per farci vedere il mondo più in là, più lontano, chi ci ha rimboccato le coperte. E poi le persone che sono venute dopo, voi che mi leggete lo sapete: chi ci ha guardato e scelto; le persone che abbiamo incontrato, nella vita, per caso o per quel caso che si chiama destino, all’angolo di una strada, in un treno, in una sala d’attesa, in un bar, e che ci hanno cambiato la vita per sempre. Non le persone che ci hanno accartocciato il cuore come una lattina usata, no. Non le persone che non ci guardano davvero, perché il loro sguardo ci sfiora e ci oltrepassa, è il vento freddo del malamore, dell’incuria, dell’indifferenza. No: vale la pena di vivere, valeva la pena di vivere, dice Carver, per quegli abbracci in cui ci siamo sentiti, miracolosamente, interi e veri. Solo questo. Sentirsi amati. Amare.

4 commenti

LISA | Venerdì, 27 febbraio 2015 @11:15

Marg: l'oscurità e la banalità del male - vedi Hannah Arendt. Ma questo non ci impedisce di credere, sempre, nella luce, anche per gli assassini. E' retorico, ma è la nostra unica salvezza, perché il male esiste.

LISA | Venerdì, 27 febbraio 2015 @11:13

Carla, è vero: l'amore ci fa diventare quello che siamo. Purtroppo anche il disamore.

Carla | Venerdì, 27 febbraio 2015 @11:11

L'amore ci fa diventare quello che siamo. Io credo di essere diventata una prof.perché al liceo ho avuto una prof che mi ha voluto davvero bene, mi aiutava a truccarmi, mi consigliava i libri da leggere e ascoltava ogni mio problema. Ecco perché ho scelto la mia strada: ho pensato che fosse un modo per amare.

Marg | Venerdì, 27 febbraio 2015 @10:43

L'amore salverà anche gli umani più incancreniti nella loro oscurità (v. IS people) :-)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.