Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Click. Dentro la testa di un uomo.

Mercoledì, 8 luglio 2015 @08:24

"Per un istante Nate la vide in una luce nuova – vulnerabile, bisognosa. Come allo scatto di un interruttore, il suo senso di colpa si convertì in fastidio. Perché quella cena era importante? Chi lo aveva deciso? Doveva sentirsi in colpa solo perché non era dell’umore di trasformare un martedì sera in una sceneggiata romantica? Aveva voglia di leggere. E di perdere tempo su Internet. E allora?"
(Adelle Waldman)
Click. Dentro la testa di un uomo.

Ma come ha fatto, Adelle Waldman, a entrare nella mente e nella vita di un ragazzo di trent’anni a New York, anzi a Brooklyn, aspirante intellettuale e scrittore, l’appartamento caotico, le birre, le lenzuola che hanno bisogno di essere lavate; un giovane uomo che si innamora e poi disamora e spezza il cuore. C’è chi ha detto, di questo libro: vi verrà da urlare rendendovi conto di quanto spesso siete uscite con quel tipo d’uomo. Sarebbe meglio incontrarlo solo qui, su queste pagine, e sorridere per come è vero, reale, abbacinante; sorridere delle sue scuse, delle sue bugie, e capire che quando un uomo non ti richiama, bè, è semplicemente che proprio non vuole chiamarti. Adelle lo spiega e racconta, con disarmante sincerità: anche il bizzarro meccanismo per cui i sensi di colpa maschili svaniscono istantaneamente (nella testa dei maschi), o il terrore con cui anche da cuccioli rifuggono da ogni discorso d’amore. Tutto vero. Il problema poi è che, quando succede a noi, quando il maschio in questione svanisce o non risponde alle mail, proprio non ci capacitiamo… Magari un libro aiuta? Per questo il mio Buongiorno di oggi viene da "Amori e disamori di Nathaniel P.", di Adelle Waldman, Einaudi, che ho recensito su Gioia di questa settimana.

2 commenti

LISA | Mercoledì, 8 luglio 2015 @09:52

Lo ricordo quel film, mi era piaciuto molto! Come tutto il mitico Sex and The City, del resto. Solo che, come dici tu, la verità ci piace ma non vogliamo ammetterla. O digerirla? Per questo entrare nella testa di un uomo - vedi il romanzo - è interessante. E inquietante!

Alessandra R. | Mercoledì, 8 luglio 2015 @09:27

Tali dinamiche mi ricordano il film "He's just not that into you" - La verità è che non gli piaci abbastanza. Argomento ripreso poi in una puntata di Sex and The City. Un tema che ricorre spesso, nei libri e nei film e nella vita reale. La verità la conosciamo ma non vogliamo ammetterla. Ma sbatterci il naso è come se volessimo che quella verità si depositi più in bella vista nella nostra mente. E un libro, o le chiacchiere con le amiche, vicine o lontane non conta, riescono quasi a illuminarci. Come i tuoi buongiorno.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.