Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

E se a te non piacesse quello che sei? Dove trovi i pezzi per trasformarti in un altro tipo di persona?

Martedì, 9 febbraio 2016 @10:00

"E se a te non piacesse quello che sei? Dove trovi i pezzi per trasformarti in un altro tipo di persona? Può essere qualcosa che leggi in un libro, o un gesto che vedi per strada? Il mezzo sorriso di un insegnante, il modo di camminare di una ragazza sulla spiaggia."
(Amy Hempel)

Un pezzettino di un libro che mi ha fatto pensare. E’ tratto da un #librochemiaspettava: "Ragioni per vivere", Mondadori, racconti dell’americana Amy Hemel (con la traduzione di Silvia Pareschi). Già. Come diventare altro da quello che siamo? Ma in fondo non lo facciamo sempre, quando clicchiamo su belle foto di fiori e tazze di tè su Instagram; quando guardiamo una, due volte il look di una modella su un giornale, quell’accostamento che forse potremmo osare (io mi sono innamorata di una delle ultime copertine di Gioia, la sottoveste quasi vintage portata insieme a una giacca di jeans); quando ammiriamo la tavola ben "impaginata" di un’amica, i suoi asciugamani, ci fidiamo del consiglio di un libro? Ispirazione.

3 commenti

Alessandra R. | Mercoledì, 10 febbraio 2016 @11:16

Ispirazione: mi aggancio alla tua conclusione, quale mia introduzione. Un giorno ci piacciamo e quello dopo no, e quello dopo ancora per metà. A parte che i giorni no (capitano, eccome se capitano!) non dovrebbero esserci, però è bello guardarsi intorno e cercare negli altri qualcosa che faccia da ponte per cambiarci, inteso come miglioramento o l'ebbrezza di provare qualcosa di nuovo. Io tengo costantemente accesi i radar: spunti per l'ispirazione sono ovunque. Ispirazione, that's all.

Anonimo | Martedì, 9 febbraio 2016 @23:14

É vero. Molti di noi sono creature patchwork! Io so di esserlo. Arianna

Carla | Martedì, 9 febbraio 2016 @15:23

Lo dicevo ad un'amica, che ha figlia con crisi adolescenziali, che anch'io ero così all'età della giovane fanciulla:non mi piacevo , insicura nei miei vestiti, noiosa e menosa!! La mia amica mi chiesto come avessi fatto a cambiare; ho risposto, semplicemente, amavo i libri. Ecco si sono cambiata attraverso la lettura: allora cercavo risposte nei filosofi, ora nei comfort book che suggerisce la nostra padrona di casa e attraverso questi ho imparato a ridere, a sapermi volere bene. In questi libri le donne sanno, davvero, ispirarmi per dolcezza, fermezza, ambizione ed elegante ironia

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.