Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Credevo che avessimo tempo. Il primo sbaglio dell’amore, forse l’unico.

Mercoledì, 11 maggio 2016 @07:25

"Cerco di non ripensare troppo spesso a questi momenti, perché poi mi tormento per non averla baciata. Credevo che avessimo tempo. Nonostante tutto, in un modo o nell’altro credevo che avessimo tempo: il primo sbaglio dell’amore, forse l’unico".
(Lily King)

Parla di vite che non sono le nostre, "Euforia", appena uscito per Adelphi. O forse parla anche di noi? Parla dei primi antropologi negli anni Trenta, di Margaret Mead, delle sue ricerche e dei suoi amori; parla di una donna e due uomini che si incrociano, a Papua, in Nuova Guinea, e la loro vita non sarà mai più la stessa. L’amore. L’euforia. Non importa se tra piroghe canali foreste capanne o eucalipti; o metropolitane e grattacieli. Quando succede è amore. Lo racconta Lily King in un libro che vi consiglio. Anche e soprattutto se l’antropologia non vi ha mai interessato. Ma gli esseri umani, sì.

5 commenti

Angie | Venerdì, 13 maggio 2016 @08:20

Cara Lisa... Che bello leggerti, soprattutto quando mi sveglio così incerta e alla ricerca disperata di risposte. Non so come fai, ma riesci a rispondermi sempre. Grazie e ti Auguro una splendida giornata!

Carla | Giovedì, 12 maggio 2016 @11:44

Io ho inviato la frase al mio figlio diciottenne, che è alle prese con l'amore, con la consapevolezza delle scelte e con tanta, tanta indecisione in amore. La frase di oggi mi sembra un buon incoraggiamento

Lilabella | Mercoledì, 11 maggio 2016 @22:39

Un bacio, delizia d'amore. La tua Lisa oggi per me è una buonanotte.
Sono contenta di andare a dormire con questa frase. Della serie: cogli l'attimo!
Un sorriso. Lila

LISA | Mercoledì, 11 maggio 2016 @11:34

Bentornata, Valeria e il suo caffè al ginseng. Spero che le parole di oggi, più che amplificare, alleggeriscano e magari rendano più chiaro e semplice il cammino... Con il tuo caffè vicino, quando hai voglia, scrivimi. Ti ascolto.

Valeria e il suo caffè al ginseng | Mercoledì, 11 maggio 2016 @11:20

Cara Lisa, ti ritrovo e torno a rileggerti dopo qualche anno.
Sono tornata in punta di piedi nel tuo blog e ho trattenuto un pò il fiato perchè quando ti avevo lasciato era un momento un pò tormentato della mia vita sentimentale e i tuoi post erano capaci di amplificare il tutto.
Ho riaperto queste pagine come se mi fossi aiutata con un segnalibro.
Perchè cara mia Lisa, le parole di oggi mi dicono che non solo ti ho ritrovata, ma è come se non avessi mai smesso di leggerti.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.