Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Forse era così la gioia, vista da dentro: una valle di luci, un vento etereo.

Venerdì, 5 agosto 2016 @08:00

"Forse era così la gioia, vista da dentro: una valle di luci, un vento etereo."
(Barbara Kingsolver)
O un’estate - questa - con mille giochi d’ombra.

Ho sempre pensato che l’estate fosse "plein soleil", il piacere di stare a occhi chiusi, nella luce accecante del sole: su uno scoglio, accanto al mare. Quest’anno (ma forse già da qualche anno) ho iniziato a capire il piacere dell’ombra. Delle ombre. I giochi d’ombra tra le foglie, tra gli alberi; i pini accanto al mare, certo; ma anche i boschi, i sentieri tra i boschi; l’ombra di un caffè fresco in città, i tavolini a cui sedersi e ordinare qualcosa con molto ghiaccio. E ancora: l’ombra di una tenda che si muove leggera in casa e disegna giochi sul soffitto; l’ombra delle persiane chiuse della "controra", il primo pomeriggio, quando fa troppo caldo per uscire; l’ombra e l’onda fresca di un abito nuovo… Abiti nuovi! Ieri, che era il mio compleanno, ne ho indossati addirittura tre: tre regali che ho ricevuto e con cui ho giocato, molto Provincial Lady (che non a caso è uno dei miei "livres de chevet", il vero diario ironico di una Lady inglese negli anni Trenta, Lady Delafield: in italiano lo trovate da Neri Pozza).
Ma torniamo agli abiti. Il primo l’ho indossato per uscire a pranzo, un pranzo di compleanno: un abito leggerissimo a grandi fiori blu e bianchi, con un bordo di una stoffa diversa sul collo e sulle maniche, stoffa impalpabile e indiana che è la specialità di Lisa Corti, un brand milanese di cui ho anche mezzeri e tovaglie. Il secondo, un abito casacca rosa, dolcemente rosa, con un ricamo di fiori verdi e gialli sul bordo, della mia amica stilista Almira Sadar http://www.almirasadar.com ) che ho indossato con un paio di pantaloni bianchi larghi, per un aperitivo in quella che è la più bella piazza del mondo per me: piazza Unità, a Trieste. E infine, un abito bianco leggerissimo, ma con le maniche lunghe un po’ a pipistrello, e un piccolissimo ramo di corallo rosso sulla schiena: il mio nuovo "little white dress" dell’estate, regalo di un'amica, arrivato da Parigi. Indossato per andare a cena sul mare. E ancora qualcosa di bianco: come regalo di compleanno volevo le perle della mamma e della nonna, collane che si erano rotte, le volevo aggiustate e reinfilate. Le perle bisogna portarle e queste erano dimenticate in un cassetto da anni… Così due collane – in mano a un gioielliere - sono diventate una. Lunghissima. Perfetta su tutti i miei abiti. Ma anche con i jeans.


E dunque: luci e ombre. Soprattutto d’estate. Per questo mi piace rileggere questa frase, (tratta da un romanzo: "La collina delle farfalle", Neri Pozza), che è diventata il mio #spillo su Gioia di questa settimana: le luci, il vento, e l’ombra.

9 commenti

Lilabella | Giovedì, 11 agosto 2016 @15:06

Lisa te lo dico in romanesco: me piace anche a me! Soprattutto perché ai baci agli auguri e alle nuvole come si fa a dir di no???
Anche se arrivano a scoppio ritardato so benedetti/e! ... (stavolta i puntini di sospensione li metto anche io) ;-)

LISA | Giovedì, 11 agosto 2016 @10:02

Come mi disse una volta un'amica, ai miei auguri (in ritardo): auguri, baci e nuvole non sono mai in ritardo. Sarà vero? Non lo so ma mi piace...

Lilabella | Mercoledì, 10 agosto 2016 @15:50

Anche se con un po' di ritardo tanti auguri cara Lisa!
Un sorriso per te.

Arianna | Sabato, 6 agosto 2016 @14:05

Augurissimi!

claudia mdg | Venerdì, 5 agosto 2016 @13:35

Auguri!!!

Lucy | Venerdì, 5 agosto 2016 @13:25

Vivissimi auguri a lei che ci dona premure !

LISA | Venerdì, 5 agosto 2016 @13:13

Ma grazie! Il regalo siete voi che mi leggete, e scrivete, e mi raccontate storie, storie di perle, di ombre, di luci...

Carla | Venerdì, 5 agosto 2016 @12:42

Buon compleanno!

Alessandra R. | Venerdì, 5 agosto 2016 @10:06

E come le ombre (si) allungano, si estende anche al giorno dopo la possibilità di augurarti buon compleanno? Io dico di sì. E allora Tanti Auguri Lisa! E come cadeau ti donerei la più bella poesia mai composta!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.