Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il mare poco profondo nelle baie era azzurro farfalla.

Venerdì, 9 settembre 2016 @09:02

"Il mare poco profondo nelle baie era azzurro farfalla, e nonostante il rombo dei motori potevamo distinguere l’eco soffocata – che ci giungeva dalla riva come un coro di voci sottili – degli stridi acuti e trionfanti delle cicale."
(Gerald Durrell)
La colonna sonora del mare.

Forse solo uno zoologo, come è stato l’inglese Gerald Durrell, poteva paragonare l’azzurro delle baie a quello delle ali di una farfalla. In ogni caso, questa - che è anche il mio #spillo della settimana su Gioia - è una delle prime frasi che ho sottolineato di un libro che ho scoperto quest’estate, un libro che mi ha portato a Corfù negli anni Trenta (ma anche in tutte le isole che amo e ho amato), un libro che mi ha fatto ridere e sorridere. Se non l’avete mai letto, cercatelo: "La mia famiglia e altri animali", Adelphi. Il mare in copertina e dentro.

5 commenti

LISA | Martedì, 13 settembre 2016 @15:45

Oppure, Monique, il picnic in barca al chiaro di luna, con la mamma che insiste per mettersi il suo pesantissimo costume da bagno vittoriano, che la fa quasi affondare? Anch'io avrei voluto esserci, tra gli invitati della matta famiglia Durrell. Un libro da non perdere. Assolutamente. Tra i pochi libri che mi abbiano fatto ridere davvero (metto nella lista anche Diary of a provincial Lady, di Lady Delafield; e certi Wodehouse...)

Monique | Martedì, 13 settembre 2016 @09:21

Buongiorno Lisa! Lo lessi anni fa: un libro colorato, leggiadro e sereno. Ma anche divertente poetico e pieno di splendide immagini. Non credevo che il libro di un naturalista potesse essere così coinvolgente. Ti fa venire voglia di trasferirti a Corfù o anche solo per una vacanza. Ancora meglio sarebbe aver partecipato ad un party con la famiglia di Durrell, animali compresi. Uno spasso.

LISA | Lunedì, 12 settembre 2016 @12:47

Io invece, visto che lo #spillo a volte anche per me diventa un involontario oroscopo, sono stata per un lungo weekend dentro varie gradazioni di azzurro farfalla: quelle della Sardegna a settembre, ospite a casa di amici che hanno ristrutturato, in mezzo ai sassi intorno a Palau, un piccolo stazzo (ovvero una stalla) di famiglia. Sassi giganti ovunque, anche nella baia sotto casa. Azzurri ovunque, anche nel mare. E nei fiori da erbario mediterraneo che crescono lungo i sentieri e che, da vera "inguaribile urbana", mi ricordano comunque la High Line di Manhattan...

Carla | Venerdì, 9 settembre 2016 @21:03

Veramente ad hoc questo post in questo caldo settembre milanese...dove l' azzurro farfalla quello degli abiti estivi che riusciamo anche a mettere, il rombo é quello del traffico. Mancano solo le cicale e il mare

Lilabella | Venerdì, 9 settembre 2016 @14:09

Adoro il mare!!! Questa frase è davvero stupenda e mi ha strappato un sorriso ed un'emozione forte.
Il mare mi ha fatto scrivere anche molte poesie. Del resto credo sia impossibile rimanere indifferenti davanti a tanta bellezza.
Grazie Lisa!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.