Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

I cieli grigi e le luci di dicembre sono la mia idea di gioia segreta.

Martedì, 20 dicembre 2016 @07:57

"I cieli grigi e le luci di dicembre sono la mia idea di gioia segreta."
(Adam Gopnik)
Mille luci nella sera. Il Natale, dentro.

Il mio #spillo su Gioia è tratto da un libro speciale, un saggio che è una dichiarazione d’amore per la stagione fredda: "L’invenzione dell’inverno" (Guanda), di Adam Gopnik, giornalista nato in Canada (lì sì che s’intendono dell’inverno). La tesi? Che a partire dal Settecento il mondo moderno e occidentale si è potuto garantire il lusso di ammirare l’inverno da dietro il vetro di una finestra, in una stanza finalmente riscaldata: avete presente, quando vi mettete alla finestra, e fuori nevica, o c’è la nebbia, la brina del mattino? Inverno come avventura sulla neve e lusso dei sensi: ce lo racconta Gopnik citando quadri, romanzi, mode. E, confesso, tornata dal caldo e dalle palme, guardo la brina dalla mia finestra, il cielo grigio e quasi soffice, e sì, mi piace. Per me che non amo il Natale, è la mia idea di Natale.

5 commenti

Lilabella | Venerdì, 30 dicembre 2016 @13:22

Voglio lasciare una scia di sorriso a te Lisa e a tutte le frequentatrici del salotto verde. Auguri sinceri di buon anno nuovo! Lila

GIUSY | Mercoledì, 28 dicembre 2016 @13:23

Lisa, anch'io ho riso. Da sciatrice d'antan, sai quante ne ho viste di lucertole e ramarri prendere il bruciante sole ad alta quota? Naturalmente spalmati di creme adeguate...

Carla | Mercoledì, 21 dicembre 2016 @13:53

Però è vero che è un lusso guardare il mondo da una finestra, che filtra il freddo e conserva il caldo. É un piccolo piacere da unire alle meravigliose luci di dicembre.

LISA | Mercoledì, 21 dicembre 2016 @12:42

Non so perché ma ho pensato a una lucertola sulla neve e mi è venuto da ridere!

PgAKsn | Mercoledì, 21 dicembre 2016 @11:30

Di contro, odio l'invenzione del mare, intesa come spiaggia, abbronzatura, star sdraiati come lucertole, ombrellone e crema solare.
Nuotare, quello sì.
Sciare, ancora meglio!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.