Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

I primi di gennaio scorrevano nella geometria allungata degli inizi d’anno.

Martedì, 3 gennaio 2017 @08:21

"I primi di gennaio scorrevano nella geometria allungata degli inizi d’anno".
(Novita Amadei)

Il romanzo da cui ho tratto questo Buongiorno non mi è piaciuto, la frase sì: grazie dunque a questa scrittrice italiana (è l’autrice di "Finché notte non sia più", Neri Pozza), perché mi ricorda che ovunque possiamo trovare qualcosa di bello, qualcosa che ci parli. Una frase in un libro, una luce al mattino, un sorriso inaspettato. Basta cercare.

2 commenti

LISA | Martedì, 3 gennaio 2017 @16:27

Semplice abbondanza. Era il titolo di un libro-calendario americano che mi piaceva tanto, e cerco di metterlo in pratica.

Carla | Martedì, 3 gennaio 2017 @10:15

Esattamente lo stato d'animo di questo inizio gennaio: cercare segnali che mi dicano che il 2017 sia un anno bello. Non cerco elementi macroscopici, ma piccolini, come ad esempio trovare un euro per terra al casello dell'autostrada, trovare parcheggio vicino al luogo dove recarmi, bere un tè buonissimo in un bar, l'invito inaspettato alvedere una mostra...Insomma, come insegni, piccole quotidianità che ci rendono felici.
Buon anno a tutti

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.