Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Noi due, in macchina.

Martedì, 30 marzo 2010 @07:55

"Eravamo due persone in macchina che non parlavano. Penso che sia stato uno scrittore francese a dire che percepiamo quando l’amore nasce e quando tramonta dall’imbarazzo che proviamo stando soli insieme".
(Simon Van Booy)

Perché quel silenzio allora è rumoroso, sussurrante, quasi assordante: dentro, c’è tutto quello che non ci siamo ancora detti. E quello che forse non ci diremo mai…

(La frase di oggi è tratta dal libro di racconti "L’amore arriva d’inverno" di Simon Van Booy, Ponte alle Grazie. Consiglio? No. Un po' troppo iperglicemico persino per me!)

7 commenti

ALEXO | Mercoledì, 31 marzo 2010 @18:41

Eravamo in due in macchina e non parlavamo, lei troppo impegnata a guidare stringendo nervosamente le labbra
per non cedere a me che la corteggiavo follemente, sul filo dei 120 Km/h; il casello arrivò troppo presto, ah
se almeno avessimo avuto il Telepass!

Giulia | Mercoledì, 31 marzo 2010 @15:55

:-)
Oggicomeoggi lavoro a Novara, ma ti leggo su City Torino... La tua rubrica è sempre una piacevole sorpresa. Che bello che ci sia ancora spazio per un angolo di poesia!

Pablo | Mercoledì, 31 marzo 2010 @10:17

Cara Lisa, quanto mi attraggono le tue citazioni sul silenzio, mi sembra che parlano di me (puntini)

LISA | Mercoledì, 31 marzo 2010 @07:25

Ciao GIULIA, redattrice dove? Dimmi almeno la città... (Uffa, l'Autrice è sempre più curiosa).

Giulia | Martedì, 30 marzo 2010 @21:56

Mi piace molto la tua rubrica su City... Se ti stufi, mi avvisi? Così continuo io :-)
(Sono una redattrice amante della poesia)

woland | Martedì, 30 marzo 2010 @15:26

A me il libro è piaciuto molto... una fonte inesauribile di periodi bellissimi.
Grazie per averlo segnalato Lisa!

Lila | Martedì, 30 marzo 2010 @13:31

Di questa poesia mi colpisce proprio il fatto del silenzio. E' così che con il mio ex mi trovavo negli ultimi giorni di convivenza. Sono dovuta scappare da lui per riuscire a rifarmi una vita e a stare bene. Ora mi sembra assurdo che quando ci sentiamo siamo distaccati se penso che prima, senza il suo amore, non avrei saputo vivere (ma forse non era amore). Ma è bello il silenzio di due che si sono innamorati e che si conoscono da poco...(scusa i puntini Lisa). Soffi capitolini

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.