Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perdere significa aver avuto. E poter avere ancora. E’ l’inizio di una speranza.

Lunedì, 17 luglio 2017 @07:38

"Tutti abbiamo perso qualcosa o qualcuno. Un amore, una battaglia, un’illusione, o semplicemente un senso, una direzione, un significato".
(Camille Laurens)
Perdere significa aver avuto. E poter avere ancora. E’ l’inizio di una speranza.

Ho ritagliato il mio #spillo di questa settimana su Gioia (su cui trovate anche il mio pezzo su Venezia e Biennale, per un long weekend veneziano) da un romanzo francese appena pubblicato in Italia: "Quella che vi pare", di Camille Laurens (edizioni e/o). Un libro sul gioco di specchi dei social media, anche. Perché la protagonista è Claire, che apre un falso profilo su Facebook, all’inizio per il suo ex. Poi il gioco diventa un’altra identità, diventa un gioco sul filo del rasoio delle emozioni. Pericoloso, per la protagonista del libro. Da equilibristi. E neppure così raro: conosco una persona che l'ha fatto...

4 commenti

Lilabella | Martedì, 18 luglio 2017 @12:08

E' troppo bella la frase del libro ed anche il tuo commento.
Credo proprio che verrà fuori un bel post nel mio blog cara Lisa!

Lilabella | Martedì, 18 luglio 2017 @09:26

Cara Lisa, non sai quanto mi abbia colpito nel profondo il tuo "spillo". Perdere...per poi avere la speranza di avere di nuovo, di vivere in modo diverso. La perdita assume così un significato diverso. Grazie di cuore.

Carla | Lunedì, 17 luglio 2017 @18:18

* così da aver bisogno che qualcuno ci ricordi che non è poi così male

Carla | Lunedì, 17 luglio 2017 @18:17

È davvero bello questo spillo, un inno alla sconfitta; così umana e quotidiana da sembrare straordinaria oggi. Mi piace come è usato il senso del verbo perdere sia per smarrito sia per sconfitta di una battaglia. In fondo, forse, tutti i giorni perdiamo un po' di noi stessi : ci smarriamo, siamo sconfitti da aver bisogno che qualcuno ci ricordi che non è poi così male.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.