Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Notti d’estate, quanti desideri sospesi.

Giovedì, 27 luglio 2017 @07:25

"La chiamano notte di stelle
come dire attesa, speranza, illusione
come dire una notte qualunque
ma striata di sogni più densi".
(Marella Nappi)
Certe notti d’estate, quanti desideri sospesi.

Ve li ricordate i desideri sospesi del mio ultimo libro, "Ultimamente mi sveglio felice"? E la protagonista che deve creare un profumo proprio così, che sappia di desideri sospesi… Mi sono venuti in mente in queste notti d’estate, con lo spicchio di luna, le stelle; notti in cui è più facile guardare il cielo, sdraiarsi e guardare il cielo, e insieme alle stelle eccoli, i desideri sospesi delle nostre vite.
La poesia di oggi, che è anche il mio #spillo della settimana su Gioia, è tratta dalla raccolta di una poetessa italiana che ho conosciuto da poco. Si chiama Marella Nappi, si è laureata in letteratura greca antica, ha vissuto a Parigi dove ha conosciuto l’uomo che poi ha sposato, ed è stato divertente scambiarci i libri: lei il suo libro di poesie, "Vagiti del tempo" (Aletti). Io, il mio ultimo romanzo, ormai uscito da tanto tempo! "Ultimamente mi sveglio felice" (Baldini Castoldi Dalai). Pagine e desideri.

5 commenti

Lilabella | Lunedì, 31 luglio 2017 @14:04

Lisa, sono io che ringrazio te. Ogni volta che penso a quando ho iniziato a scrivere qui e a che bella persona ho incontrato mi emoziono!

LISA | Lunedì, 31 luglio 2017 @09:05

Grazie Lila!

Lilabella | Venerdì, 28 luglio 2017 @23:01

Cara Lisa ti riporto qui sotto il link al mio post. Grazie.

https://lilasmile.wordpress.com/2017/07/28/perdere-e-sperare/

Lilabella | Venerdì, 28 luglio 2017 @13:10

Ringrazio Alessandra R. per la spiegazione e proietto una luce verso questi desideri. Che siano segreti o espressi rappresentano la parte più viva di noi. Desiderare senza per forza ottenere. Quasi una sorta di magia che ci fa sospirare. Bello leggere del vostro incontro Lisa. Bellissima questa poesia! Un sorriso, Lila

Alessandra R. | Giovedì, 27 luglio 2017 @09:49

Dal latino: desiderium, composto di de e sidera. La mancanza delle stelle. Una parola che ha un significato splendido, la cui derivazione è forse una delle più belle che possa capitare di incontrare. Chi abbia mai provato un desiderio veramente potente si troverài in questa origine. Che sia un'estate di desideri espressi, custoditi, in attesa di vederli accadere!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.