Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L'amore, che di nuovo, da tempo immemorabile, da lontano impedisce la morte.

Lunedì, 30 ottobre 2017 @17:29

"In cielo si raccoglie il vento,
il vento purpureo di domani,
e di nuovo l’amore,
di nuovo da tempo immemorabile
da lontano impedisce la morte". 
(Jan Skácel

I versi di oggi sono di Jan Skácel, nato negli anni Venti in quella che al tempo era ancora Cecoslovacchia. Sono tratti da "Il colore del silenzio", Metauro edizioni. E sono stati un mio Buongiorno su City, nel 2010.
Ma mi sono tornati in mente in questi giorni, giorni di tramonti troppo rossi e di incendi, giorni in cui pensiamo (io, almeno, ci penso) a chi non c’è più. Eppure l’amore, "di nuovo da tempo immemorabile da lontano impedisce la morte": sono queste le parole che continuano a risuonarmi, anche adesso, in questa sera d’autunno.

8 commenti

Giusy | Martedì, 31 ottobre 2017 @14:54

Eh, s'! il ricordo ci accompagna sempre. Semper ero...Mi piace pensare che sia vero.."Vivrò sempre se tu sempre vorrai ricordarti di me..."

Gabriella | Martedì, 31 ottobre 2017 @13:49

Bellissima poesia Lisa..ma anche " olmo" è splendida. Sylvia Plath è stata l mio primo amore letterario, avrò avuto 16 anni e in Italia allora ben pico di lei era tradotto. Poetessa eccezionale di rara intensità.

passione rossa | Martedì, 31 ottobre 2017 @11:49

Adoro il cielo e quanto mi dona, riflettendo il mio stato d essere ma con il valore inestimabile di infondermi consolazione e desiderio di vivermi.
Antonella Ruggiero con "Non ti dimentico" canta nel suo modo unico, quanto espresso nella poesia e .. del senso di dover poter guardare avanti.

LISA | Martedì, 31 ottobre 2017 @10:31

Gabriella: della Plath i miei versi preferiti, forse, sono questi: "I tulipani sono troppo eccitabili, qui è inverno.
Guarda com’è tutto bianco, tutto quieto e innevato.
Sto imparando la pace, da me quietamente posando
come posa la luce su questi muri bianchi, questo letto, queste mani.".

roma | Martedì, 31 ottobre 2017 @08:00

preferisco diu gran lunga le albe celeste rosate come quella di questa mattina ,,,,

Gabriella | Martedì, 31 ottobre 2017 @04:15

Sono a Milano e anche qui c'è stato un tramonto stupendo domenica pomeriggio sul far della sera.
Ma qualche ora fa ho riletto un verso di Sylvia Plath che sempre mi ha colpito: " HO PATITO L' ATROCITA' DEI TRAMONTI."

Credo fermamente che anche un meraviglioso tramonto possa straziarci.

Perché richiama anche qualcosa che finisce- il giorno che muore- e il pensiero può andare a una persona cara morta o semplicemenre non piu presente nelle nostre vite.

Certi tramonti infuocati sono davvero struggenti..!! Un miscuglio di bellezza e di senso di caducita'.

Franci | Lunedì, 30 ottobre 2017 @19:12

Bellissimi, interessanti, emozionanti, saggi, consolatori.

LiaMo | Lunedì, 30 ottobre 2017 @18:21

Erano tutti belli i buongiorno su City ????????

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.