Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La sicurezza di un cappotto.

Venerdì, 2 febbraio 2018 @08:52

"Mi affeziono molto ai cappotti perché sono vero comfort, ti ci puoi rannicchiare dentro. Me ne sono comprata uno di cachemire dieci anni fa e lo amo".
(Donna Tartt)
La sicurezza di un cappotto.

Il mio cappotto preferito, quello dove mi posso "rannicchiare dentro" ("you can curl up with it", per usare le parole della scrittrice Donna Tartt), è di Colomba Leddi, ed è un cappottino-piumino imbottito, con una stampa con piume di fagiano su fondo verde scuro. Piume di fagiano che, mi ha raccontato Colomba, aveva comprato in un mercato in Liguria. La sua ispirazione - guardate su http://www.colombaleddi.it - arriva così, da cose raccolte per caso, petali o sassi. Il cappottino-piumino ha ormai parecchi anni, ma è il mio preferito anche per viaggiare; mi sembra che non si sporchi (speranza!), lo appallottolo tipo cuscino quando sono in aereo. Ci dormo dentro. La sicurezza di un cappotto.

La frase di oggi, che è anche il mio #spillo della settimana su Gioia, è tratta da un libro che mi hanno appena regalato, "Legendary authors – and the clothes they wore" (di Terry Newman, Harper Collins), dove scrittori e scrittrici, da Rimbaud a Sylvia Plath o la mia adorata Nancy Mitford, vengono "raccontati" attraverso i vestiti che indossavano. Perché gli abiti parlano, anche se noi non vogliamo…
E, se volete ancora delle storie questo weekend, andate in edicola. Sabato, su D di Repubblica (sabato scorso c’era il mio pezzo su 48 Ore a Lucca, l’avete visto?), c'è la mia cover story sulle due architette irlandesi che sono le curatrici della prossima Biennale Architettura, e che ho incontrato a Dublino. Molto simpatiche. E abbiamo parlato, certo, anche di abiti!

3 commenti

LISA | Domenica, 4 febbraio 2018 @17:10

Naomi, no, per ora "Legendary authors" è solo in inglese. Ma siccome Harper Collins pubblica anche in Italia (è loro il libro di poesie di Francesca Genti di cui vi ho parlato), non è escluso che arrivi anche in italiano!

Naomi Panico | Domenica, 4 febbraio 2018 @16:51

C'è la versione in Italiano del Libro?

Alessandra R. | Venerdì, 2 febbraio 2018 @13:18

Questa cosa di raccontare gli autori attraverso i loro abiti, e il loro (presumo) taglio sartoriale, è di una squisitezza infinita. Sicuramente un libro da leggere. E che ho già inserito nella mia reading wish list. Buon fine settimana Lisa e buon inizio Febbraio.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.