Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La sicurezza di un anello, un talismano per il mondo.

Domenica, 17 maggio 2020 @12:29

"Perché, sai, su quest’ardente pietra dell’anello che mi hai donato 

splende una città illuminata con lampioni verdi" 

(Ghiannis Ritsos
La sicurezza di un anello, un talismano per il mondo.

Ghiannis Ritsos, ben ritrovato. Ghiannis o Yannis (non so mai bene come scriverlo), uno dei grandi poeti greci del Novecento, insieme a Kavafis, e Odisseas Elitis. Poesie che sanno di isole, mare, paesi bianchi, amori in piena luce e, nel suo caso, anche lotta per la democrazia. La poesia di oggi è tratta da "Erotica" (Crocetti Editore), e mi piace questo stringere un anello, anello talismano, passaporto per il mondo. Forse perché io ne ho tanti, di anelli così, anelli che quando li indosso mi fanno sentire più protetta, sicura. E amata.

2 commenti

LISA | Lunedì, 18 maggio 2020 @13:32

Grazie Carla! Devo dire che è stato un bellissimo "viaggio" da fare durante il lockdown: chiedere ad architetti, urbanist, designer come potrebbero o dovrebbero cambiare le città (e le case) post pandemia. Io ci credo davvero, a una possibilità più green e democratica per le nostre città. E mi piace molto l'idea di Stefano Boeri di ripopolare i borghi abbandonati. Speriamo - vigiliamo, combattiamo!

Carla | Lunedì, 18 maggio 2020 @13:11

O progetti di città nuove? Come quelle che descrivi nell'articolo su D. Di Repubblica. Davvero molto interessante!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.