Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Cercavo un buongiorno per il solstizio d’estate, un buongiorno che sappia di mare.

Sabato, 20 giugno 2020 @07:03

"Siedo al ristorante, ho terminato il pranzo, vedo il mare.

Mi nascondo col giornale, lo sollevo in alto:

non mi sento bene davanti a questo grande occhio.

Mi volto dall’altra parte, mi agito, mi rannicchio,

ma il mare è sempre davanti a me, fuoriesce dalla stampa

inonda la carta del giornale, sommerge le fotografie;

anziché l’odore della stampa, sento l’odore della salvia." 

(Antun Šoljan) 

Ti sento, mare.


Cercavo un buongiorno per il solstizio d’estate, un buongiorno che sappia di mare. Mi è venuto in mente questo, che è mare anche cittadino, il mare della mia amata Trieste. Ma è quel profumo della salvia - che fiorisce, profumata e viola, in tarda primavera sulle mie isole, e il profumo di elicriso - tutto quello che quest’estate vorrei ritrovare. I versi di oggi sono tratti dall’Antologia di poesia croata contemporanea di Hefti editore. L’isola dal profumo di salvia del poeta (nato nel 1932, morto nel 1993) è quella di Hvar. 
Con questo Buongiorno che segna l’inizio dell’estate l’appuntamento diventa settimanale: ci vediamo qui ogni sabato. Intanto a tutti e tutte buona estate: vi auguro di ritrovare il vostro mare, il vostro sentiero nel bosco, il vostro angolo di giardino.


0 commenti

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.