Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Chiudi gli occhi: prova.

Domenica, 29 novembre 2020 @09:37

"La sua idea che un abisso si possa superare con un salto come una pozzanghera."
(Ángeles Mastretta)

Chiudi gli occhi: prova.

L’abisso, la vertigine, i giorni grigi, la chiusura, la paura. Lo smarrimento. Poter saltare tutto questo, al di là della pandemia, oltre la pozzanghera. Non credo sia quello che Ángeles Mastretta intendeva, ma le parole acquistano nuovo significato a seconda di quando e come le leggi. E forse bisogna chiudere gli occhi per immaginare come superare l’abisso.
Ángeles Mastretta è la scrittrice messicana di cui forse avete letto "Donne dagli occhi grandi" e "Strappami la vita". La frase è tratta invece dai racconti "Mariti" (Giunti).

3 commenti

S. | Mercoledì, 2 dicembre 2020 @07:08

Il tuo buongiorno mi ha portato indietro nel tempo. Comprai il primo libro pubblicato in Italia di questa autrice forse anche per il suo bel titolo. Donne dagli occhi grandi. Mi piacque molto

LISA | Domenica, 29 novembre 2020 @22:20

La foto che hai visto su Instagram con il Buongiorno, Carla, è un tramonto nelle saline di Pirano (vicino a Trieste, ma già in Slovenia). Un posto che a me piace molto, perché è un parco naturale, dove c'è, d'estate, una spa open air. Te lo racconto perché in queste settimane in cui cerco nel mio telefonino delle foto come sfondo ai miei Buongiorno mi sembra di viaggiare indietro nel tempo, giorni e viaggi e ricordi, e anche pozzanghere o abissi superati. E anch'io, come te, in questi giorni grigi mi aggrappo alle parole e alle pagine. Grazie per avermi ricordato gli stivaletti di gomma: per saltare magari non oltre, ma dentro una pozzanghera. Ho dimenticato quanta allegria fa!

Carla | Domenica, 29 novembre 2020 @13:03

Ho amato molto la Mistretta, l'ho incontrata ai tempi dell'università. E se fosse, Lisa, che in fondo l'abisso è grande come una pozzanghera? A me piace molto questa frase, stamattina quando l' ho vista nelle tue stories su instagram, scritta su quello stagno-palude- laguna ho pensato che è la grandezza del nostro passo a definire l'abisso. Sono stanca, andare a scuola e non avere i ragazzi in classe mi distrugge non so più neanche se so insegnare. Mi aggrappo a qualche pagina che scrivo, a buone letture alla speranza di avere la possibilità di fare qualche regalo di Natale e di festeggiare la vita,...perchè questo mese di novembre si è portato via troppe persone con cui ho camminato nella vita. Ecco, oggi ho deciso che il mio salto sarà il lungo possibile. Un po' come quando da bambini con gli stivaletti di gomma ci impegnavamo a saltare le pozzanghere...buona settimana

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.