Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Un'estate, e un vestito a fiori.

Lunedì, 31 maggio 2010 @09:04

"Ci terrei a precisare che ho comprato questa tovaglia
con il suo semplice disegno ripetitivo
di fiori verde scuro non menzionati da alcun botanico
perché mi ricorda quel vestito stampato che indossavi
l’estate che ci siamo conosciuti (un vestito – hai sempre sostenuto –
che non ti ho mai detto che mi piaceva). Bè, mi piaceva, sai. Mi piaceva...
Come è potuto uscirsene così in silenzio dalla nostra vita?"
(Andrew Motion)
Quel vestito, che mi parla ancora di te.

(Ma allora gli uomini li guardano, i vestiti che indossiamo? Ogni tanto, a quanto pare, sì. Almeno i poeti. I versi di oggi sono tratti da "Nuove poesie d’amore", Crocetti Editore)

16 commenti

x. | Mercoledì, 2 giugno 2010 @03:06

sant'agostino?!? io tirerei in ballo piu' san tommaso... :)

X-Y | Martedì, 1 giugno 2010 @15:54

Mettiamo in mezzo quell'imbroglione di Sant'Agostino? Spiritoso!

x. | Martedì, 1 giugno 2010 @15:48

X-Y:
"In hoc signo vinces"..
e se non e' dell'amata: dissimulare!!

x. | Martedì, 1 giugno 2010 @15:28

lisa: si', le calze. soprattutto colorate. quelle che spuntano dai vostri vestiti nella stagione fredda.

LISA | Martedì, 1 giugno 2010 @08:36

X.: le calze?

LISA | Martedì, 1 giugno 2010 @08:35

MICHELINE: bene. Ci farai sapere? Emma è con te!

Lina | Lunedì, 31 maggio 2010 @23:03

si, i mariti guardano i vestiti che indossiamo, come no! Per esempio.al mio piacciono., su di me, abiti over size, li apprezza molto, tanto quanto le scollature di altre signore : L'ho visto affondare uno sguardo apparentermente distratto in quel punto...Buona notte a tutte

Farfalla | Lunedì, 31 maggio 2010 @21:39

Micheline, Come non si puo' dar valore a qualcosa che si " ottiene senza sacrifici"? Pensi veramente che portare avanti una gravidanza non comporti sacrifici e relative conseguenze? Cerca di stare tranquilla e non di vedere nel bimbo che tanto desideri Un valore o un valore aggiunto, solo così, con la tua generosità e il desiderio di Dare anzichè di ricevere, sarai una brava mamma: I miei auguri, con tutto il cuore e, credimi, sono sinceri

Lila | Lunedì, 31 maggio 2010 @19:24

Sono davvero contenta per te Micheline.

micheline | Lunedì, 31 maggio 2010 @19:08

E' arrivata la chiamata dal tribunale stamattina alle 7.30..convocati per il colloquio con il giudice il 9 di giugno:sono tesa come la corda di un violino,ma contenta al tempo stesso perchè un passo lo stiamo già facendo..e si cara farfalla è come quando quello che vuoi lo ottieni senza sacrifici,non dai un valore;noi aspiranti sappiamo che ogni momento tanto atteso è un graffio nel cuore che fa fatica a rimarginarsi anche quando come dice Marina hai davanti il TUO tanto atteso figlio che può essere del cuore o della pancia,non ha nessuna importanza.Quando te lo mettono in braccio è la stessa cosa.Grazie per il conforto.

X-Y | Lunedì, 31 maggio 2010 @18:07

X. : e quel malizioso segno che si può intuire sotto i pantaloni attillati, non necessariamente indossati dall'amata, no?

Pablo | Lunedì, 31 maggio 2010 @17:58

Chiamato in causa confermo, per me, immagino che anche gli altri lo facciamo, sebbene possiamo essere meno attenti di voi: io conservo con cura ogni dettaglio di alcuni vestiti...e di certa lingerie. Non necessariamente collegati. Ma io l'ho detto a chi li portava, che mi piaceva da morire.

x. | Lunedì, 31 maggio 2010 @15:56

certo.e anche le calze.

Giusy | Lunedì, 31 maggio 2010 @14:28

Un vestito che mi parla ancora di te...nulla a che vedere con la nostalgia "maschile" che traspare da questi versi almeno per quanto mi riguarda. Sapete? Ho il coraggio di ammettere che conservo e spesso indosso abiti che mi sono stati regalati, alcuni smessi, altri nuovi ( le donatrici erano sorella. cugina, e un'amica)mi piace indossarli, visto che non ho cambiato taglia, e non mi importa che siano decisamente " vintage" anzi. sento addosso il loro affetto per avermeli regalati, il loro gusto per averli scelti. Non me ne separerò mai

Lele | Lunedì, 31 maggio 2010 @14:26

E si! Li guardano i vestiti e si li ricordano anche. Lui mi ha chiesto proprio poco tempo fa che fine avesse fatto quel vestitino a fiori che avevo quando "un giorno per caso" ci siamo incontrati. Era un vestito bellissimo, però il mio Mr. Big (pezzotto) non si ricorda di quando mi ha fatto divieto assoluto di indossarlo perchè eccessivamente corto! Devo fargli vedere assolutissimamente Sex and City 1 e 2. Baciotti

Lila | Lunedì, 31 maggio 2010 @14:15

Direi di sì, Lisa, li guardano gli uomini i vestiti, anzi direi che a volte mi sento squadrata. Mi ricordo anzi che il mio ex me ne regalò uno a fiori veramente carino che sfoggiai per 2-3 estati un pò di tempo fa (anche qui parlo di anni). Mi piaceva indossarlo specialmente nelle serate estive perché era senza spalle e aveva una gonna un pò svasata in fondo e quindi mi piaceva portarlo quando andavo a ballare a Fiesta (manifestazione estiva che si tiene qui a Roma a partire dal mese di giugno). Ora sono un pò aumentata di peso e il vestito non mi entra più, ma ancora mi piace guardarlo e ogni tanto ricordare...(scusa per i puntini ma qui erano necessari).

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.