Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Alba.

Mercoledì, 7 luglio 2010 @08:10

"Era l’ora in cui lo stomaco di chi è stato in piedi tutta la notte esige qualcosa di caldo, l’ora in cui le mani si cercano sotto le lenzuola mentre i sogni si fanno più vividi, l’ora in cui i giornali profumano di inchiostro e il giorno manda avanti le staffette dei primi rumori. Era l’alba e tutto ciò che restava della notte erano due ombre sotto gli occhi di quella strana ragazza al mio fianco".
(Giorgio Calligarich)

Era l’alba, forse anche l’alba del mio amore per te.

La frase è tratta da un romanzo che racconta un amore e un’estate alla fine degli anni Sessanta a Roma: "L’ultima estate in città", Nino Aragno Editore. Potete leggere la mia intervista all’autore, Calligarich, se tornate indietro al 9 marzo. Ve la consiglio! Non solo l’intervista, ovviamente, ma anche il libro, uno dei più interessanti che io abbia letto quest’anno. Il sito di Calligarich invece è http://www.calligarichgianfranco.com/

6 commenti

Lila | Mercoledì, 7 luglio 2010 @21:49

Sono tornata da poco da Orte. L'altroieri è morta una persona cara, che neanche posso definire solo ex collega, era qualcosa di più. Era un sorriso, ancora presente nella mia mente, era una presenza forte, era coraggiosa. Era da tempo malata ed io volevo andare a trovarla con mia sorella ma il suo male non me ne ha dato il tempo. Oggi quindi al funerale mi sono augurata che, dopo tanta sofferenza, possa vedere un'alba nuova priva di dolore e di cattiveria. Scusate lo sfogo.

Simona | Mercoledì, 7 luglio 2010 @15:17

Lisa, dato i prezzi dei libri nuovi, "Tutto da capo" è l'unico che ho comprato e nn vedo l'ora di iniziarlo, ma prima voglio finire "La biblioetca dei morti", thriller rubato dal comparto libri del consorte.

Lila | Mercoledì, 7 luglio 2010 @09:39

Belle, Lisa, quelle mani che si cercano sotto le lenzuola mentre i sogni si fanno più vividi. Che bello svegliarsi e trovare al proprio fianco l'anima e il corpo che cercavi. L'alba di un nuovo amore poi è stupenda, quel senso di nuovo e di grande che è dentro di te e che è solo tuo.

ANONIMO | Mercoledì, 7 luglio 2010 @08:53

Magari una pizza a quattro..di sera..fuori...in terrazza...per un piacevole arrivederci....

Camilla | Mercoledì, 7 luglio 2010 @08:43

Ho letto il libro, dopo il suggerimento del 9 marzo, mi ha davvero stregata, è un turbinio di intense sensazioni, profumi, luoghi..u viaggio..bellissimo..
Grazie Lisa

ANONIMO | Mercoledì, 7 luglio 2010 @08:26

Più che lo stomaco a volte è il desiderio intimo che esige qualcosa..E allora si cerca qualsiasi modo pur di accontentare e soddisfare questo desiderio.Specie con l'avvento delle ferie che segna un allontanamento pur se temporaneo. E quindi si cerca qualsiasi espediente pur di stare una serata insieme. Magari in compagnia.Accade sempre...Ogni anno...Una volta all'anno....

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.