Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Saldi & strass.

Sabato, 24 luglio 2010 @09:14

Questo è l’attacco di un pezzo moda che ho scritto per Grazia. Mi sono così auto-convinta che dopo averlo scritto ho ceduto: e ho comprato un capo glitter ai saldi.

E se i saldi servissero ad osare? Osare, e presentarsi al mondo luccicanti di strass? Proprio così. Tutto quel che brilla è una tentazione, ma è anche un capriccio, al limite del kitsch. A questo però servono le svendite, ad essere audaci, e comprare quel bikini sfacciatamente glitterato che continuiamo a vedere in spiaggia. E quanto brillano quest’anno, al mare, gli strass, il luccichìo moltiplicato dal sole: sui bikini, sulle T-shirt, sui fermagli per capelli, sulle infradito di gomma… Magari persino una passata di glitter sopra lo smalto colorato delle unghie dei piedi. Dunque, coraggio. In fondo, le svendite servono anche a questo. A toglierci dei capricci modaioli, e osare quello che magari, a prezzo pieno, non abbiamo il coraggio di portare a casa. Poi, casomai, pentite fashion, potremo sempre regalare il capo troppo luccicoso a un’amica, o meglio ancora fare "swap": barattarlo, tutto molto glam cheap…

E dunque, siete curiose come me? Volete sapere quale strass in saldo mi sono portata a casa? Attenzione: un paio di jeans. Per la precisione, il mio secondo paio di jeans (per la storia dei miei primi jeans, giuro, non li avevo mai posseduti prima, leggete il racconto, postato il 25 luglio 2009). Jeans morbidi, con strappi da cui occhieggiano delle paillettes dorate. Ma il meglio è stato l’acquisto. Li vedo in vetrina (ero a Trieste, in questi giorni). Passo e ripasso davanti, finché oso ed entro dentro: non solo c’erano loro, i jeans glitterati d’oro, ma erano anche in saldo… E’ rimasta solo una taglia: 42. Me li provo, mi stanno un po’ largotti. Chiedo alla commessa, sentendomi la donna più "skinny" del mondo: scusi, non avrebbe una taglia in meno? (Pronta poi a comunicare alle amiche che ormai sono magrissima). E la commessa: mi dispiace, qui teniamo solo dalla 42 in avanti… Alzo gli occhi e vedo solo in quel momento il nome del negozio: "Oltre". Sottinteso: per taglie oltre. Va da sé che li ho presi lo stesso!

6 commenti

LISA | Venerdì, 30 luglio 2010 @08:29

Che buffo, ANTO: ma perché poi non li metti, quei tesori glitter?

Francesca | Giovedì, 29 luglio 2010 @14:53

Gilet tutto tempestato, sfoggiato su maglia a trapezio con foto di una donna misteriosa in blu e bianco e jeans morbidi, tutto Fiorella Rubino! Sfoggiato per una cena a Paris, è o non è la ville lumiere? Volevo splendere anche io! :-)

anto | Mercoledì, 28 luglio 2010 @15:08

Ciao Lisa,

ho una scatola dove tengo tutto ciò che brilla e che non metterò mai.
top,gonne, abitini che occhieggiando da bancarelle,scaffali,vetrine,da sotto cartelli "sconti " come sirene irresistibili mi hanno convinta al loro possesso.
Ma che meraviglia quando apro lo scatolone,che scintillio...e come dici tu presa da un moto di generosità regalo un po di luccichio alla amica di turno che vedo un po spenta...

saluti sparkling
anto
✿ܓ✿ܓ✿ܓ

LISA | Domenica, 25 luglio 2010 @10:40

LADYLINDY: in realtà sospetto che la 42 di "Oltre" sia in realtà una 44. Piccoli trucchi per clienti curvose.

LadyLindy | Domenica, 25 luglio 2010 @10:27

Meno della 42????
P.S. I glitter mi mettono sempre mota allegria.
http://vitainpillole.wordpress.com

Lila | Sabato, 24 luglio 2010 @17:30

Che bello, Lisa, un paio di jeans con paillets dorate. Fantastico. Io, come tu credo abbia capito, non amo tanto i capi glitter ma dall'estetista mi sono fatta mettere un tocco glitter sulle unghie (mi ha disegnato con lo smalto un bellissimo fiore). Mi stuzzica l'eyeliner glitterato in blu ma anche con i trucchi agli occhi sono una mezza frana. Per fortuna che ho sempre il mio sorriso che è il modo più glam cheap per essere carini. Lisa volevo anche farti i complimenti per il brano che hai scelto per il Buongiono del 21 luglio:
"Sento soltanto che lei ha bisogno di avvicinarsi a me il più possibile, dato che qualunque cosa sia quello che sta cercando, lo può assorbire soltanto pelle contro pelle."
(Scott Turow)
Stammi vicino. Più. Vicino.
Veramente molto sensuale.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.