Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Suspense.

Mercoledì, 9 settembre 2009 @16:57

"Erano anni che non aveva alcun genere di rapporto sentimentale. Sembrava quasi aver rinunciato. Ora invece gli tornò in mente il significato che una storia d’amore poteva dare anche ai momenti più ordinari. Le attività più banali potevano assumere colori e intensità particolari. I giorni avevano un senso, perfino un elemento di suspense. Questo gli mancava".
(Anne Tyler)

Così è l’amore: un giallo con un solo colpevole, e tutti gli indizi portano a te.

(La frase di Anne Tyler è tratta dal suo ultimo romanzo, "La bussola di Noè", Guanda)

Ieri sono stata a fare un pic-nic metropolitano. Ovvero, ho fatto la cosa più trendy, pare, che si possa fare a Manhattan: sono stata, con la mia storica amica e un pranzo take away (preso da Le Pain Quotidien, easy chic e salutista), sulla High Line, la nuova passeggiata sopraelevata. Sedie di tek e giardini quasi selvaggi sui vecchi binari della ferrovia, con vista sul fiume Hudson. Guardate qui: http://www.thehighline.org/
Central Park, addio. Ora i newyorchesi fashion, ma non solo, vengono qui: in quest’angolo poetico ma design, un pezzo di città sopraelevata e nascosta. Dove scrivere sul laptop, leggere un libro di poesie, dare un appuntamento romantico, fare un po’ di people watching. Sognare. Pensare. Mi è piaciuto tantissimo. Forse torno anche oggi…

6 commenti

Ursenna | Mercoledì, 23 settembre 2009 @11:01

Tanto autunno in questi post. Poco nell'aria italiana.
Ma è arrivato il 21 settembre: nell'altro emisfero, lo chiamano PRIMAVERA
:-)

woland | Giovedì, 10 settembre 2009 @23:22

anche io, cara Lisa... anche io

LISA | Giovedì, 10 settembre 2009 @15:57

Questa poesia, WOLAND, racconta i "paesaggi autunnali del cuore" di Trakl, i paesaggi di cui parlavamo. Ma preferisco, e spero, in un'eterna primavera dell'anima.

woland | Giovedì, 10 settembre 2009 @08:35

IL FILO

Di sera.
Io e i soliti rumori.
Eco e silenzio mischiano i miei pensieri e ciò che è nel bicchiere.
C’era una luce nei miei sonni che ora non trovo più.
E poi le comparse della mia vita che vengono a trovarmi.
Spesso.
Senza dire niente li guardo e non parlo.
Non parlo mai con loro.
Non parlo più con loro.
Le comparse della mia vita.
Hanno anni migliori alle spalle e una vita appesa allo stesso filo.
Il mio.
Staccati dalla mia pelle, per favore.
Lasciami almeno il piacere isterico dell’abbandono.
Staccati. E non dire niente quando ti giri.
Staccatevi. Come i capelli e i pensieri pesanti.
Io non vi guarderò stavolta.
Rimarranno i sussulti del filo.

LISA | Mercoledì, 9 settembre 2009 @23:22

Eh, lo so, manca Emma. Sgrunt. Mi sarebbe piaciuto così tanto andare alla prima di un film tratto dal mio libro! Per non parlare dei dilemmi guardaroba adatto...

Simona la Fan n 1 | Mercoledì, 9 settembre 2009 @23:07

Un breve riassunto di film in uscita sul tema maternità dei quali magari sarai conoscenza:
1) Cameron Diaz nel film sul concepimento di un'altra figlia per salvare la sorella

2)Margherita Buy (Lo spazio bianco) su una maternità a 40 anni con bambina che nasce prematura (6 mesi)

3) Jennifer Lopez sulla maternità in provetta di una single 40enne

Chi manca?

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.