Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Dentro un sms.

Lunedì, 18 ottobre 2010 @07:26

"A un signore per le vacanze partito una signora inviò in fretta in fretta una lettera con dentro – se stessa.
Quando il signore aprì la busta la signora sorridendo ne uscì, era arrivata.
E il signore cosa disse?
Il signore fece un salto e non disse, un poco si arrabbiò e un poco rise."
(Vivian Lamarque)

Ti sei mai accorto che dentro i miei sms ci sono io? Ma forse è per questo che ogni volta un po’ ti arrabbi e un po’ sorridi.

(Un libro di poesie che mi piace tenere sul comodino, quello di Vivian Lamarque. Oscar Mondadori)

11 commenti

canterellina | Martedì, 26 aprile 2011 @18:50

Vivian è la mia poetessa preferita (se da qualche parte esiste una classifica possibile tra le cose belle). Il 18 ottobre è il compleanno di qualcuno che da tanto sa essermi compagno, amante, amico, a volte senza accorgersene, a volte facendomi male, a volte con una lievità che fa traboccare il cuore. Che bella coincidenza, trovarli qui assieme :)

Insonne | Venerdì, 22 ottobre 2010 @01:28

che bello, Alessio, il tuo Invio, dall'ora del tuo post deduco che anche per te è difficile addormentarsi.

LISA | Martedì, 19 ottobre 2010 @08:22

Per CARLA: lo sai che anch'io sono arrivata a Rho? Piccole Donne crescono, ma perdono la strada lo stesso.

LISA | Martedì, 19 ottobre 2010 @08:21

Per ALESSIO: che bello googlare poesie. E il web risponde. Magico web.

Invio (non sono esperto) | Lunedì, 18 ottobre 2010 @23:51

Ho sentito mio figlio che imparava
di Montale una poesia leggera
che parlava di foglie e di lucertole

Sono andato su Google
e ho lanciato brandelli
di versi che ricordavo una volta
avermi emozionato e che forse
gli amici volentieri avrebbero riletto:

Le poesie sono apparse,
ancora dense,
come se
niente fosse
come se niente fosse

Ho ricordato che un tempo
Prendevo in prestito libri
dalla biblioteca di scuola
E leggevo poesia durante il tragitto
che lungo in autobus mi portava
agli allenamenti di atletica
allo stadio della Farnesina
o all’Acqua Acetosa

Che figata
– ho pensato –
Che figata.

PS ti leggo sempre. Ciao, Alessio. saggiorosa@tiscali.it

carla | Lunedì, 18 ottobre 2010 @21:39

Siamo sempre pronti ricordare l'adolescenza come un periodo piacevole, ma ci ricordiamo quanto eravamo impacciate? Io ne avuto una dimostrazione domenica quando mi sono messa i vestiti buoni per venirti a trovare... peccato che ho confuso fiera milano con Rho fiera.
Sono arrivata lì ma l'evento era in fiera Milano.
Così sono tornata a casa e sono consolata facendo una montagna di muffin al cioccolato!!
spero ci siano altri occasioni a milano di incontrarti perchè ci tenevo davvero a conoscerti di persona.

Lei e il suo caffè al ginseng | Lunedì, 18 ottobre 2010 @20:39

Ad ogni suo messaggio sarebbe un sorriso, nessun dubbio su questo!

LaVispaTeresa | Lunedì, 18 ottobre 2010 @19:06

è difficile esprimere noi stessi tramite uno schermo digitale...ecco perchè custodisco con gelosia pochi, ma buonissimi, "amici di penna":)

Sofia | Lunedì, 18 ottobre 2010 @18:32

...Lui no, non se n'è accorto! Non saremmo attivati a questo punto, altrimementi. Ricordi della distanza di cui ti parlavo ?!! Ci mandavamo al giorno dai 20 ai 30 sms (per la felicità della Tim), era l'unico modo per sentirci più vicini. Ma oggi no, oggi é tutto diverso! E sono sicura lo sia anche perché Lui non si accorge di me in quegli sms!

Annalisa farmacista | Lunedì, 18 ottobre 2010 @12:27

Spero proprio che nei miei sms io "appaia". In questi giorni comunichiamo così io e il consorte, in viaggio di lavoro, ma talmente impegnato da riuscire a telefonare raramente. allora benvenuta l'invenzione dell'sms che permette di comunicare velocemente. A proposito di questo viaggio vi devo raccontare cosa mi ha detto e fatto mia suocera. Mi ha proposto di venire a stare da me per non lasciarmi da sola. EEHHH???? ma siamo matti??? io che non la sopporto, che detesto ogni cosa cosa che fa (soprattutto detesto come cucina). Sono sicura che l'ha detto apposta per vedere la mia reazione: bè un risultato l'ha ottenuto comunque. Dopo questa geniale affermazione è calato un silenzio tombale a tavola. Nessuno sapeva come uscire dalla situazione "imbarazzante". Io ho risposto di no, che non c'è bisogno anzi non vedo l'ora di stare un po' da sola (sguardo a fulmini di mia suocera). Allora ieri che era domenica pensando che mi sentissi sola ha pensato di telefonarmi 3 volte. Io che invece ero in giro con un'amica per shopping le ho risposto con un glaciale sms. Capirà prima o poi che io non ho bisogno di un'altra mamma?

Sabrina | Lunedì, 18 ottobre 2010 @11:07

Anch'io un po' mi arrabbio e un po' sorrido.. E sicuramente anche lui un po' sorride e si arrabbia... Un po' di più :-) Lisa, ma come fai ad azzeccarci sempre?

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.