Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L'amore che dura.

Martedì, 14 dicembre 2010 @08:19

"Perciò, secondo te, in amore, quando è necessario cambiare? Prima che sia necessario".
(Enrico Remmert)

L’amore che dura è fatto di smottamenti, di piccole variazioni, di confini ridisegnati di notte, di compromessi e strappi e pazienza. Cambiare, insieme. Un piccolo prodigio quotidiano. Ma te ne accorgi solo quando ti volti indietro.

La frase è rubata allo scrittore torinese Enrico Remmert, e al suo ultimo romanzo: "Strade bianche", Marsilio. Storia di un viaggio on the road, ma in Italia, a bordo di una vecchia Punto.

7 commenti

LISA | Mercoledì, 15 dicembre 2010 @10:35

Ma prego, SILVIA A. E chissà, magari in metropolitana un giorno porterai anche Emma e Stella, se non le hai ancora conosciute: le eroine dei miei libri, loro sì in versione solo cartacea.

Silvia A. | Mercoledì, 15 dicembre 2010 @10:30

Oh yesss, da 'Milan, l'è on gran Milan', MM, al capolinea yellow sud. Talvolta in Central Station.
Comunque, appena acchiappo, lo sguardo subito si posa in alto a sinistra.
Ai tempi, quando non avevi il sito, stralciavo spesso la striscia cartacea con quanto di competenza e conservavo. Adesso che aggiorni qui, se delle parole mi colpiscono (bang !) più di altre, mi basta un copia ed incolla.
In ogni caso, paper or web, anche nel tempo è sempre un piacere rileggere quei frammenti, provenienti da molteplici autori da te selezionati.
E' come ripercorrere un po' di proprio on the road passato. E scoprire che tante di quelle parole, pur magari non risuonando più nell'aria come fu in lettura, sempr'esprimono Poesia !
Grazie !

LISA | Mercoledì, 15 dicembre 2010 @10:07

SILVIA A., buongiorno! Ma in che città mi afferri, al mattino? Metropolitana milanese?

x. a volte torna | Martedì, 14 dicembre 2010 @21:05

a volte si pretende così tanto il cambiamento da non riuscire a cogliere ed godere ciò che si ha. il kaizen, la logica del miglioramento continuo ha ormai invaso anche il campo dei sentimenti. l'amorecosciente non pretende necessariamente cambiamenti. ci si accetta per come si è, nonostante quello che si è.

Grazia | Martedì, 14 dicembre 2010 @20:35

E' difficile cambiare, e allora stai lì e ti dici "sia quel che sia" e ferma aspetti che qualcuno abbia voglia di cambiare al posto tuo.

mari | Martedì, 14 dicembre 2010 @19:38

si rischia di 'operare' tardi solo se si è 'addormentati'. Tenere i sensi all'erta è una fatica. ma vale la pena, e rompere le uova resta sempre il solo modo per fare la frittata!

Silvia A. | Martedì, 14 dicembre 2010 @16:15

Per la serie: Prevenire è meglio che curare ! Il problema è sempre che solo quando poi 'si è ammalati', e si sta male, si capisce che si poteva agire tempestivamente, ed evitare. E' sempre una questione di tempi tecnici d'intervento !
P.S. Ti leggo da almeno tre anni. E prendo City dal box newspapers principalmente per allietarmi lo sguardo coi tuoi stralci, immersa in emozioni, prima che s'avviino le solite sequenze routinarie d'azioni !
Adelante, Adelante, così !

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.