Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L’oro dentro di noi. (E auguri per un 2011 di luce).

Mercoledì, 22 dicembre 2010 @20:51

"Nella profondità dell’inverno, ho finalmente imparato che dentro di me c’è un’estate invincibile".
(Albert Camus)

Nel cuore dell’inverno, quando tutto intorno a me è brina e gelo, non ho freddo, non ho paura: perché so che l’oro dell’estate brilla tenace dentro di me.

E' bellissimo in francese: "Au milieu de l’hiver, j’apprenais enfin qu’il y avait en moi un été invincible". Ed è tratto da "L’estate e altri saggi solari" di Camus (anche se, in realtà, rubato a un'amica). Un Buongiorno in anticipo: è quello di domattina, 23 dicembre, ed è anche l'ultimo del 2010. In anticipo, perché il il Buongiorno di City da domani va in vacanza, ed io pure!

E infine, glitter! Ecco, sforbiciato e accorciato, un articolo di moda fintoglam per Grazia: per un 2011 che brilli. (Per me brillerà, spero, sulla High Line: sono in partenza per NYC…).

"Che cosa ci posso fare se le cose mi appaiono d’oro?". No, non è una fashionista a parlare, o una diva paparazzata mentre indossa un abito tutto paillettes. La frase è di Elizabeth von Arnim, scrittrice ironica e romantica, ed è tratta da uno dei suoi lievissimi romanzi (per la precisione, "Lettere di una donna indipendente"), in Italia tutti pubblicati da Bollati Boringhieri. Ma sicuramente Elizabeth, che oltre alle belle parole amava gli uomini, i fiori e i vestiti (probabilmente in quest’ordine), se lo sarebbe messo, un abito glitter: c’erano anche all’epoca - siamo dell’inizio del Novecento - ricamati di paillettes. E oggi, se fosse qui, di sicuro sceglierebbe un abito luccicoso, stravagante, magari lungo fino ai piedi, per andare a una festa di Capodanno.
Troppo? No: Elizabeth von Arnim credeva nell’esagerazione, nel potere del bello, e dell’oro. E dell’amore, certo. Perché quando ci innamoriamo, non precipitiamo forse in una nuvola d’oro? Così almeno scriveva lei, ripensando a come ci si sente dopo che lui ci ha abbracciato: "in un tramonto sospeso, un avvolgente bagno di oro liquido". Insomma, quasi come mettersi un abito di paillettes.
Ma Elizabeth, che ha molto amato (e si è più volte sposata), sapeva anche che anche quando non è la passione, a farci sentire in un tramonto sospeso, allora ci vuole un vestito. Si divertirebbe, l’aristocratica scrittrice, che passava dal lusso alla bancarotta (quasi come noi), a fare shopping senza rovinarsi. E si porterebbe a casa un sogno glitter, ma comprato in un negozio low cost. Anche se per brillare, in realtà, basta solo un accessorio: una pochette dorata, o scarpe d’argento. Basta un tocco di glitter nell’eyeliner, nello smalto della manicure…
Ma il bello è esagerare. In fondo, è nelle lunghe notti di dicembre che abbiamo più bisogno di luce. E sono i cuori d’inverno ad avere più bisogno di tramonti sospesi, anche sotto forma di abito. Da qualcosa, del resto, si deve pur cominciare.

25 commenti

Lady Chatterley | Lunedì, 27 dicembre 2010 @00:13

dovremmo custodire gelosamente quell'estate invincibile e difendenderla dai morsi del gelo. Se ci riusciremo, per noi non ci sarà vecchiaia e decadimento interiore. Questa è la mia speranza e il mio augurio a tutte e a tutti voi: Buon Anno!

speranza | Domenica, 26 dicembre 2010 @21:31

che bello ritrovarvi, grazie a tutte, grazie marina, il tuo entusiasmo, la tua ironia, la tua simpatia mi son sempre state di conforto.
le bimbe ora giocano col padre parlandosi in italo/polacco (!), io nel frattempo approfitto per scrivere a voi, e la situazione in questo paese imbiancato mi sembra quasi irreale, tanti anni fa non avrei mai pensato che la mia vita sarebbe diventata questa e ne sono al contempo stupita e grata. Mi devo ancora ABITUARE A TANTA "PIENEZZA"!
Di nuovo auguri a tutti di cuore. Per dettagli sull'adozione sono sempre a disposizione sull'indirizzo privato, semmai qualcuna di voi avesse necessita' di informazioni, noi genitori aspiranti siam tutti legati fra noi da un filo invisibile. non esitate.

claudia mdg | Domenica, 26 dicembre 2010 @21:04

Auguro a tutti di raccogliere, in questi giorni di festa, tanta la luce e calore da portare dentro in attesa dell'estate. Un abbraccio e un pensiero alle persone speciali che frequentano e hanno frequentato questo blog.

adele | Domenica, 26 dicembre 2010 @13:24

Divertente il "pasticcio" fogli-figli", acuto e condivisibile.

mari | Domenica, 26 dicembre 2010 @11:26

i fogli erano 'figli'...un lapsus, ma in fondo secondo la grammatica della fantasia o il libro degli errori questi figli sono fogli su cui scrivere sentimenti, e dai quali leggere esperienze, e i fogli sono figli che crescono vergati a mano o scritti al pc e che ci contengono...o meno

mari | Domenica, 26 dicembre 2010 @11:24

buone feste luccicanti a tutte voi, a casa o in viaggio, con fogli o senza (Auguri SPERANZA, a te di più) augri per un estate che superi il freddo e illumini il buio quando si fa persistente.

MALU 63 | Sabato, 25 dicembre 2010 @18:02

Speranza questo Natale e quelli che verranno saranno meravigliosi ne sono certa con le tue bimbe, come tutti i tuoi con il piccolo Jad Marina, sono felice per voi vecchie amiche del blog, è vero siamo state tutte importanti l 'un l'altra in un periodo buio della nostra vita, ci siamo trovate grazie a Lisa in un blog dove abbiamo imparato a vivere. le parole di questa poesia sono adatte a noi abbiamo l'estate dentro! Lo stesso augurio che faccio a tutti gli amici del blog viola di oggi, troviamo ogni giorno dentro di noi il sole e un sorriso da regalere, Buon natale.

Farfalla | Venerdì, 24 dicembre 2010 @19:29

Non gridare, Marina, sussurra, con dolcezza. Piano piano. Questo mi sembra il modo per arrivare al cuore dei bimbi che non sono nostri visceralmente ma che sentiamo nostri con la testa e con il cuore. Ma ciò che dico non fa testo.

Marina | Venerdì, 24 dicembre 2010 @15:30

L' anno scorso eravamo soli, speranza, te l' ho detto,eravamo due famiglie di quattro persone, oggi siamo sempre due famiglie, ma siamo sette. L' ho gia' detto io e Speranza ci siamo incontrate, grazie a Lisa, in un giorno di dicembre del 2006, piene di tristezza e rassegnazione, e da li' non ci siamo mai "lasciate", tra lacrime, delusioni e passi in avanti. Abbiamo percorso milioni di chilometri per arrivare a questi bambini che da diverse parti del mondo ci hanno aspettato ed hanno avuto fiducia in noi. Poi ho conosciuto Alessia a Barcellona e Clara che e' andata fino in Sri Lanka, paese di mio marito, per prendere il suo piccolo. Sono felice che siamo ancora tutte qua a scrivere, perche' attraverso te siamo diventate amiche e ci siamo sostenute anche quando davvero non ce la facevamo piu' . E allora gridiamo da queste colonne la nostra gioia e mi permetto i chiamarli per nome auesti bambini, vi auguro un Natale meraviglioso ed un anno stupendo Angelika, Aneta, Michele, Age e Jad, siete figli della nostra tenacia e del vostro coraggio, e niente sara' amato piu' di voi! Un bacio Lisa, qui siamo sommersi di neve...

Simona/Pasionaria | Venerdì, 24 dicembre 2010 @12:21

Auguro a tutte/i di trovare o di ri-trovare una passione con la quale affrontare i giorni che verranno. Auguri glitterati e brillanti a Lisa, un caldo abbraccio a Speranza e pensieri belli per tutte/i.

patrizia fiorista | Giovedì, 23 dicembre 2010 @21:22

Giusy, i tuoi sono gli auguri di Natale più commoventi che abbia ricevuto, ti ringrazio di vero cuore e ti aguro un Natale pieno di gioia e di fiori. La mia amica si sta riprendendo dall'intervento e vi ringrazia dei vostri pensieri per lei.
Lisa ti auguro un Natale assolutamente Glam e senza cheap.
A tutte/i Buon Natale con tanti ellebori Patri

Antonella | Giovedì, 23 dicembre 2010 @16:45

A Lisa e a tutte le amiche che giornalmente leggono/scrivono su questo blog: TANTI TANTI auguri di Buone Feste.
E come hai scritto oggi: Il bello è esagerare, quindi.....Esageriamo!! Che il 2011 sia il più spumeggiante possibile.
Un abbraccio a tutte.
Antonella

anna piperita | Giovedì, 23 dicembre 2010 @13:45

Ciao lisa, ogni anno di questi tempi inizio a cercare la frase di apertura dell'agenda del nuovo anno...mi sa che l'ho già trovata! Auguro a te, a me e a tutti quanti di saper sempre trovare l'estate dentro noi anche se fuori, o dentro, AL MOMENTO - ma solo al momento, piove. Un abbraccio, e serene vacanze a NYC - Anna Piperita

Giusy | Giovedì, 23 dicembre 2010 @13:31

Aggiungo: auguri anche a Cam dal biblico soprannome, che non scrive più.

Giusy | Giovedì, 23 dicembre 2010 @13:29

Auguri Lisa, auguri di cuore! Anche oggi, una sorpresa. Ho letto Camus tranne "L'été..." Mi è piaciuto tanto anche il tuo articolo. Tutto il bene possibile a te e al Consorte.

Auguri alle tante simpatiche, originali ragazze di questo blog.

Un pensiero particolare va a Patri, la ragazza dei Fiori, alla quale penso, pur non conoscendola, quando sistemo i miei in un vaso. Auguri Patri!

ive54 | Giovedì, 23 dicembre 2010 @13:01

Anche oggi il tuo Buongiorno si appiccica in ogniuno di noi. Cara Lisa ti devo un Grazie per essere stata un'Autrice curiosa, liberando con i tuoi buongiorno sofferti o di gioia i nascosti glitter luccicanti in noi. Buon viaggio verso NYC e torna piu carica che mai. A Speranza un augurio particolare per un Natale veramente Speciale. AUGURI a tutte le amiche e amici del blog.

Hermione | Giovedì, 23 dicembre 2010 @11:37

Ho un segnalibro con questa frase di Camus! Tanti auguri per una Natale pieno di luce, soprattutto ai bambini, che siano nati qui oppure arrivati da lontano come il mio e le piccole di Speranza.

Sabrina | Giovedì, 23 dicembre 2010 @10:06

Che belle le tue parole sul glitter, è proprio vero, anche questo può essere l'inizio di qualcosa di nuovo, per noi stesse. Tanti auguri, SPERANZA: sarai sicuramente una madre meravigliosa. Non so se nei prossimi giorni riuscirò a collegarmi, quindi vi faccio tanti auguri di buon Natale, auguro a Lisa anche buon viaggio e un pensiero speciale a LILA e a CAM, che non ha più scritto... Perchè vi sento miei amici, seppur in questo modo particolare. Auguri!

heidi66 | Giovedì, 23 dicembre 2010 @10:04

Tantissimi auguri Lisa!

Lele | Giovedì, 23 dicembre 2010 @09:45

Buon Natale, Lisa cara. Che sia un meraviglioso Natale per tutti (lo auguro anche all'infame che mi ha mollata!!!). Che emozione...Natale sulla High Line... ci tornerò! Bacini e bacetti e auguri anche a tutte le Amiche del blog.

clara | Giovedì, 23 dicembre 2010 @09:36

anche se non scrivo leggo il tuo blog Lisa, ma oggi dopo il messaggio di speranza scrivo per darle un abbraccio virtuale da mamma del cuore a mamma del cuore.Le luci del nostro nord est si fanno sempre più forti.
Buon Natale!!!!!!!!!!!!!!!!!!

rebecca | Giovedì, 23 dicembre 2010 @08:15

buongiorno Lisa, è stato bello stamattina aprire il pc e leggere questo meraviglioso buongiorno!Ti auguro un felicissimo viaggio.

assistente del dottore | Mercoledì, 22 dicembre 2010 @23:25

Cara Lisa con questo "pezzo" sui glitter concludo una bella giornata. Io preferisco chiamarli brillantini li ho dappertutto: eyeliner. ombretto. smalto. scarpe...e pensa il negozio del mio parrucchiere si chiama Glitter. Ti confermo che fanno simpatia e festa li prescriverei al posto di tante medicine... A te auguro buon viaggio verso N.Y: ma a Speranza le auguro di cuore le cose piu' belle per la sua nuova e "BRILLANTE " famiglia....P.S. a me pero' le cose mi appaiono sfumate d'argento.....

LISA | Mercoledì, 22 dicembre 2010 @22:12

SPERANZA, grazie. Un messaggio di luce e di speranza. Buon Natale.

speranza | Mercoledì, 22 dicembre 2010 @22:02

torno dopo tanto tempo a scrivere per dire a te lisa e a chi si ricorda di me che si e'finalmente concluso l'iter adottivo e sono diventata "mamma", ebbene si', di due meravigliose bimbe.
sembra che siano state sempre parte di me, non riesco a spiegare, ma certo e' che in questo freddo e bianco natale dell'est la nostra luce
brillera' da lontano.
ecco, tutto il buio l'ho dimenticato.
cari auguri lisa, a te e a tutte voi che mi siete state vicine quando da sola non ce la facevo. grazie.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.