Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

E alla fine, tu.

Giovedì, 3 febbraio 2011 @10:21

"I tuoi istinti più i miei
La tua vita meno il tuo tempo
La tua cintura per le mie poesie
E alla fine dei conti
Tra le mie gambe
Tu"

(Lucía Rivadeneyra)

Nient’altro, oggi, m’importa.

(Lucía Rivadeneyra è una poetessa messicana).

20 commenti

ANGELA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @19:17

....di solito troncano quando si sono "tolti lo sfizio"..... non lo so......
solo che per la prima volta ho incontrato qualcuno che mi piace fino in fondo..... eppure sono una che cerca e finisce per trovare il pelo nell'uovo in ogni situazione...... eppure, nel suo caso, l'unico difetto che intravedo è che..... non gli piaccio abbastanza :(

Nina | Venerdì, 4 febbraio 2011 @13:56

E quando troncano??? :-) Non mi piace parlare per categorie e luoghi comuni; sai che prima ci sorridevo pensando alle similitudini dei 'nostri'...o sarebbe meglio dire 'mostri'? Non fa caso alla mia ironia, cara Angela, cerco di sdrammatizzare.

ANGELA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @13:35

è dura........ durissima......... soprattutto quando questi miei slanci diventano un motivo di "discussione" perchè ci tiene sempre a precisare che è una relazione senza impegno e che non vuole essere indispensabile..... d'altra parte gli uomini, per quanto diversi, hanno tutti lo stesso difetto di fabbrica: i loro slanci vanno bene sempre e comunque e non implicano alcunché, ma se siamo noi donne a fare/dire certe cose, ecco che non gli sta bene........
(intanto non si decide mai a troncare....... chissà perchè.......)

Nina | Venerdì, 4 febbraio 2011 @11:13

Sicura Angela che non ti ferisca nemmeno un pò questo suo atteggiamento tiepidino direi? Quando i miei slanci poetici-sentimentali si scontrano col suo silenzio, sì va bene temporaneo, ma sempre silenzio è...un pò mi fa male..prenderei il treno e gli darei due schiaffi!!!..detesto i silenzi!

Anais | Venerdì, 4 febbraio 2011 @09:49

Angela, ma a parte dire che gli sono piaciute...niente altro?

LISA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @08:23

LADY CHATTERLEY: l'oggetto delle brame di ANGELA brama anche lui, vedi resoconto sentimentale al post del 27 gennaio. Solo che non manda sms poetici ma si presenta per cena. Del resto è un uomo!

LISA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @08:22

HERMIONE: sì, versi messicani. Grazie a te!

LISA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @08:22

MARISA POETA: mi piacciono i grilli inquieti di febbraio.

ANGELA | Venerdì, 4 febbraio 2011 @00:36

stasera si è fatto sentire........ mi ha chiesto il perchè di tutte le poesie che gli ho mandato.... gli son piaciute.... ma ovviamente teme che vada oltre il seminato...... perchè per gli uomini è così difficile capire che una donna può essere anche in grado di accettare un rapporto senza impegno, nonostante sia spontanea in certe manifestazioni di attrazione e affetto?

lady chatterley | Giovedì, 3 febbraio 2011 @23:39

Angela, comincio a provare pietà per l' oggetto delle tue brame! Se non risponde a tante esplicite sollecitazioni i casi sono due: o non gli piaci per niente, o ha altri gusti. Spero di sbagliarmi, sono troppo categorica.

Nina | Giovedì, 3 febbraio 2011 @23:19

Tace, sì. Però legge tutto quello gli scrivi e si emoziona pure secondo me. Però..questi 'muri di silenzio' sono difficil da sopportare, a volte. Anche a me piace farlo e anche a me capita spesso di non rivere risposta alcuna; all'inizio non comprendevo il perchè...vabbè nemeno adesso però continuo a scrivergli lo stesso perchè mi piace farlo, perchè certi pensieri che ho, alcuni versi delle poesie che amo di più apparengono proprio a lui...

ANGELA | Giovedì, 3 febbraio 2011 @23:11

fatto! ....tace, tace..... ma quei due versi finali......... lasciano poco all'immaginazione.... ;)

Nina | Giovedì, 3 febbraio 2011 @22:55

@Angela mandaglielo, è una autentica dichiarazione di 'tutto' !!!!

ANGELA | Giovedì, 3 febbraio 2011 @22:44

Lisa!!! Questo come faccio a non mandarglielo?!?!?? :)))

Anonimo | Giovedì, 3 febbraio 2011 @19:16

"Incontriamoci nei non luoghi
dove posso essere nessuno.
Tra mille facce sconosciute, sono qui.
E ti cerco."

LadyM. & Bobby

Nina | Giovedì, 3 febbraio 2011 @17:11

...quel 'tra le gambe' a me piace tantissimo ma io sono un'istintiva patologica :-)

lady chatterley | Giovedì, 3 febbraio 2011 @16:46

ah, non sono d'accordo. ma come? fra le gambe? e il resto dove lo mettiamo? Puro istinto. secondo me, non vale la pena farne una poesia, o forse si? Mah

Marisa Porello | Giovedì, 3 febbraio 2011 @15:54

Buongiorno! La seguo ogni giorno su City. Sono una poeta di Torino. Nella mia raccolta "La casa della poeta" Neos Edizioni c'è questa poesia che si chiama Febbraio.

Febbraio

Che disperazione! La sento arrivare.
Le gemme sono tese
e le fronde cambiano colore.
Il tenue lattescente opalore del mattino
tradisce un alito più esteso:
laggiù
gli alberi fremono.
Sopra e accanto è bianco;
la luna, erosa a metà,
è immobile
come l'istante calcato nel gesso.
Non c'è verde non c'è foglia:
eppure io la sento arrivare.
No, no, no!
Poi travolgerà tutto,
crescerà a dismisura.

La sera, che strano, mi pare
già cantino i grilli. Che strano,
la sera già rende inquieti.
Il tenue rosa che finisce nel blu
che finisce nel nero che finisce
in una piccola stella.
Che strano, che voglia di morire!
La notte è gelida, eppure cantano i grilli.

Grazie per la gioia che ci dà ogni mattina. Quella di leggere parole di poesia.
Marisa

Hermione | Giovedì, 3 febbraio 2011 @11:19

Buongiorno Lisa! Di nuovo la Rivadeneyra con le sue emozioni e le sue parole . . .

Nina | Giovedì, 3 febbraio 2011 @10:54

duemilatrecentocinquanta brividi... buongiorno

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.