Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Quella strada che passa dritta per il mio cuore.

Martedì, 12 aprile 2011 @08:38

"In verità niente è mutato:
il castagno davanti a casa, nel tormento dell’edera,
i susini sul loro tappeto azzurro,
il dolce sentore dell’infanzia e della rovina.
Su per la valle rombano i camion
e l’ombra corre attorno alla casa,
in senso antiorario e studia il dolore.
Persino il pozzo sta lì come una poesia…
Soltanto le strade nel paese sono aumentate,
e una dritta dritta passa per il mio cuore."

(Michael Krüger)

Quella strada, che attraversa il mio cuore.

(Ricordate "La parola amore la imparai a memoria, per non doverla usare"? Era il mio Buongiorno del 28 marzo. La poesia di oggi è tratta dalla stessa raccolta: "Il coro del mondo", Mondadori, del poeta tedesco Michael Krüger)

4 commenti

anonima per prudenza | Martedì, 12 aprile 2011 @23:32

Questa poesia passa effettivamente dritta per il mio cuore. mi capita, assai raramente, di passare a debita distanza dalla nostra vecchia casa di campagna a due passi dal lago. Doveva essere venduta e dopo la firma per ilcompromesso, noi ragazze abbiamo strappato piangendo, con furia, dolore e dispetto e a mani nude il bellissimo gelsomino che si arrampicava al lato del portico. Tutto qui e il nostro misfatto assomiglia a una poesia, almeno per noi che lo abbiamo commesso.

una a caso | Martedì, 12 aprile 2011 @14:47

i like the way this old hause and tree make me feel

Nina | Martedì, 12 aprile 2011 @10:49

Passo ogni giorno, tornando a casa dal lavoro, nei luoghi della mia infanzia, a volte mi fermo qualche minuto ad osservare come molto sia cambiato; quello che non cambia è quella sottile, penetrante e dolorosa sensazione di solitudine che, proprio come scritto in questa poesia, mi attraversa il cuore, inesorabile. Buongiorno Lisa , grazie...

annetta | Martedì, 12 aprile 2011 @10:07

Uno splendido affresco...ricordi...vedo la casa di mia nonna nonna col bersò di rose, ormai disabitata, e la pompa dell'acqua surgiva che continua a sgorgare, incurante del passare del tempo e delle generazioni...sento su di me "il dolce sentore dell'infanzia e della rovina". Struggente. Grazie Lisa, come sempre.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.