Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il primo bacio. (E l'abito da sposa di Kate).

Venerdì, 29 aprile 2011 @10:07

"Rimasi quasi immobile mentre Toofat mi baciava – non durò poi molto – e pensavo "questa sono io, e lui mi sta baciando"; ma allo stesso tempo ripensavo a Thomas Hardy; guardavo l’albero con tutte le luci e il prato verde fuori dalle finestre; ascoltavo la musica che veniva dalla casa; odoravo il caprifoglio; e mi dicevo che volevo incidere nella memoria tutto questo, ogni piccolo dettaglio, per sempre"

(Diana Athill)

Il primo bacio.

Diana Athill è una scrittrice ed editor inglese, ormai novantenne: lavorò, tra gli altri, con Philip Roth, Simone de Beauvoir, Mordecai Richler (quello de "La versione di Barney", Adelphi, libro cattivo e geniale e besteller di qualche anno fa, l’avete letto?). La frase è tratta da un suo racconto pubblicato da Persephone Books, di cui vi ho raccontato nelle mie cronache di Londra. Perché la sua protagonista ripensa a Thomas Hardy? Perché, come spiega nel racconto, da ragazzina aveva letto in qualche romanzo di Hardy che il primo bacio è sempre deludente, e se lo ricorda proprio durante il primo bacio…

Come ogni venerdì, trovate il Buongiorno di oggi anche in inglese, nella parte globish del sito. E, se vi piace, diffondete, mandate, linkate i vostri amici che parlano globish!

22 commenti

daniela | Venerdì, 6 maggio 2011 @13:15

Si Lisa, ci hai azzeccato con la descrizione del mio libro, ti faro' poi sapere e una copia te la mando di sicuro, alla redazione di Grazia, vero?Mi hai fatto venire una voglia di Sicilia...paste alla ricotta col caffe'...Svengo!!! ps sto cercando di passare parola sulla versione globish fra i miei amici English speaking.

'povna | Lunedì, 2 maggio 2011 @18:27

'letta' spesso come editor ma mai come autore: bisognerà provare! grazie della dritta, come sempre!
'povna (http://nemoinslumberland.splinder.com )

stefania | Lunedì, 2 maggio 2011 @14:47

l'ho visto di sfuggiata questo matrimonio, qualche flash..correndo da una stanza all'altra..peccato!!! mi piacciono da impazzire i cappellini reali, così poco portabili, buffi e pieni di vita propria..se ne stanno lì ..in punta di capello e attirano gli sguardi di tutti, il vestito non te lo ricordi più...ma il cappellino....

patrizia fiorista | Lunedì, 2 maggio 2011 @14:16

Certo Lisa che l'ho notato, i mughetti i preferiti della mia mamma, anche se io ci avrei messo un puntino di rosa, magari qualche piccola rosa tea con quei bellissimi ellebori che ho notato sull'altare, e mi hanno entusiasmato gli alberi lungo la navata. E sai che ti dico ci avrei messo anche un ciuffetto di erica!!!!
Fior d'arancio per tutte Patri

fiorenzaccia | Lunedì, 2 maggio 2011 @01:11

Come dice Sabrina è stato veramente bello il matrimonio reale. Niente da eccepire sugli sposi. Avrei qualche riserva su Camilla e consorte-principe-aspirante-al trono-di poche speranze. La Camillona,tutta rosea e pieghettata ma con grande cappellaccio. Senza Tampax, si suppone, vista l'età. Ergo, serenità da parte di Carlo ormai scevro da inutili gelosie. Guastafeste me lo dico da sola!!!

Lady Chatterley | Domenica, 1 maggio 2011 @22:07

Dopo aver svolazzato tra le mie mails, ritorno per ricordare a proposito di cappelli, non solo le larghe tese, ma soprattutto quei panettoni mignon , simili a quelli di anastasia e genoveffa, poverine! Di pessimo gusto anche se inalberati da alcune beltà.

Lady Chatterley | Domenica, 1 maggio 2011 @21:10

Confermo, Lisa, le due "nipotine" reali sembravano veramente le sorellastre di Cenerentola, ma chissà, magari sono buone e gentili. al di là della bella coppia (speriamo che non arrivino a tirarsi toast, bacon o muffins per colazione o per il té) una gran parte dei cappelli e, spero, non quel che nascondevano, era orribile ! ma a pensarci bene quelle larghe tese addolcivano, e molto. Uno spasso!

LISA | Domenica, 1 maggio 2011 @20:20

SABRINA: ma cosa sarebbe un matrimonio inglese senza un cappellino agghiacciante? A me comunque è piaciuto quello della spagnola Miriam Gonzalez Durantez, la moglie del politico lib dem Nick Clegg: sembrava un enorme papavero! Terribili invece quelli di Eugenie e Beatrice, le figlie di Sarah: sembravano Anastasia e Genoveffa della favola di Cenerentola...

Sabrina | Domenica, 1 maggio 2011 @20:09

Bellissimo il matrimonio reale! Io li ho visti ai tempi dell'Università e del mio erasmus a Saint Andrews, siamo dello stesso anno...! Mi piacciono molto, il giorno del matrimomio soprattutto il principe aveva l'espressione naturale di un ragazzo che si stava sposando, lontano dall'etichetta di corte... Il vestito della sposa mi è piaciuto soprattutto per le maniche, ma un po' troppo puntuto e poco originale, secondo me. Per quanto riguarda gli invitati, è stata davvero una sfilata degli orrori, tra abiti e cappellini agghiaccianti! Altro che cosa mettersi per l'occasione, la maggior parte di noi avrebbe trovato qualcosa di più carino :-)))
Buona serata a tutti!

LISA | Domenica, 1 maggio 2011 @19:55

DANIELA in Scozia: guardato! Dalla trama sembra una storia un po' alla Cecelia Ahern meets Isabel Allende, o sbaglio? Con un pizzico di realismo magico. Per ora è un pre-order, facci sapere quando esce... E congratulazioni! (E sì, ce l'ho ancora il libro di Sex and the City, è sopravvissuto ai traslochi).

Daniela | Domenica, 1 maggio 2011 @19:42

Ciao lisa!qui in Scozia c'e' stata la febbre da matrimonio reale, e' vero il vestito era proprio molto Grace Kelly..ps il mio libro e'finalmente su amazon.uk, per ora solo in inglese..dai un'occhiata se ti va, Watch Over Me di Daniela Sacerdoti..appena esce in italiano te lo mando!a proposito ce l'hai ancora il libro di Sex and The city che ti avevo mandato?

LISA | Domenica, 1 maggio 2011 @19:42

Ma sempre a proposito del Royal Wedding, avete notato - di sicuro l'ha notato PATRIZIA FIORISTA - il piccolo bouquet fatto quasi tutto di mughetti?

nina | Sabato, 30 aprile 2011 @10:53

il bacio è una cosa proprio intima, di cuore, sì. Più del sesso migliore che potremmo fare chè a volte il sesso si può fare per rabbia, per solitudine. Mi viene in mente quella scena in Pretty Woman quando l'amica pazzarella di Vivian, lei veramente out e fuori dagli schemi e senza principe azzurro simil -gelido/ oddio c'ho le vertigini /non posso amarti, le dice: "noooo, l'hai baciato???? Non si fa vivian, non si fa...". Buon sabato a tutte !

una a caso | Sabato, 30 aprile 2011 @08:52

vorrei vedere voi al loro posto !!!!!!!! non vi è bastato quel fuori scena :you are beautiful . i love you ?

Adele | Venerdì, 29 aprile 2011 @22:45

non sono molto appassionata di matrimoni, soprattutto Reali. Inevitabile sottrarsi alla visione della bella Kate, tutta stretta in un corpetto troppo, come dire? "puntuto" reggipetto armato, insomma. L'inquadratura che più mi ha divertito è stata quella sul cappello a cilindro della regina, completo di piuma e tutto giallo come il resto del suo abbigliamento. perdiamoci pure in queste sciocchezze, una volta tanto.

LISA | Venerdì, 29 aprile 2011 @19:39

Sono in Sicilia, e mentre William e Kate si sposavano ero molto lontana da tutto, anche da una televisione. Finalmente (sono sull'isola di Favignana), ho raggiungo un bar, e ordinando un caffè ho interrogato la barista sulll'abito di Kate: "Ah, mi ricordava tanto Grace Kelly", ha detto l'anziana signora con un sospiro e un meraviglioso accento siciliano. Ora che ho ripreso possesso del mio laptop e ho visto finalmente un video, confermo: è una citazione di Grace Kelly, sorriso compreso. Ed è una dichiarazione, come tutte noi giornaliste fintoglam ci aspettavamo, a favore della moda inglese: l'abito infatti è stato disegnato da Sarah Burton, l'assistente di Alexander McQueen, che dopo il suicidio dello stilista ha preso in mano il brand. (L'unica cosa invece che ha notato il Consorte è stata la cabrio su cui sono saliti gli sposi: un'Aston Martin, mi ha spiegato guardandola con la coda dell'occhio. Boys and their toys).

Lady Chatterley | Venerdì, 29 aprile 2011 @18:57

mi correggo: pulcino, ovviamente ma a pensarci bene anche pulcinio. mi ha fatto sorridere, così, tutta gialla

Lady Chatterley | Venerdì, 29 aprile 2011 @18:51

a m,e è piaciuta Elisabetta, versione Pulcinio Gigante!

carla | Venerdì, 29 aprile 2011 @15:45

Pensavo che la tua anima romantic-britsh oggi rivolgesse al matrimonio del secolo!!
Ho visto qualche immagine in televisione e devo dire che Kate mi è piaciuta !

woland | Venerdì, 29 aprile 2011 @15:41

...e ogni primo bacio è sempre la stessa emozione...

Lele | Venerdì, 29 aprile 2011 @12:08

La delicatezza del primo bacio. Quanta emozione!

paola | Venerdì, 29 aprile 2011 @11:45

il primo bacio? ti sembrerà strano ma io non riesco togliermi dalla testa il mio ultimo bacio....

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.