Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Cronache dalla Sicilia (e finocchietto selvatico).

Lunedì, 2 maggio 2011 @19:52

Ammetto: è meraviglioso fare delle vacanze in primavera. Soprattutto con un low cost. Soprattutto in Sicilia. Dove vacanze vuol dire anche: couscous di pesce (magari con il finocchietto selvatico), arancini al bar, paste ripiene di crema o ricotta insieme al caffè, latte di mandorle… Dove il pesce migliore è cucinato all'acqua di mare. Dove ovunque arrivano scalcinati Piaggio Ape a tre ruote, che si piazzano a un angolo di strada e vendono fasci di menta, mucchi di carciofi, fave, e foglie dall'aria misteriosa che, se ho capito bene, sono le foglie di zucchina, e si chiamano tenerumi (a me veniva in mente "teneroni", con un sorriso). Smetto? Smetto. Posso però dirvi che accanto ai templi di Selinunte, Agrigento e Segesta cresceva il finocchietto selvatico, di cui mi sono riempita le tasche (e la valigia) sperando di provare, a casa, a fare la pasta con le sarde. Tutto il resto l’ho lasciato sull’isola, insieme alla voglia di ritornare.

6 commenti

stefania | Mercoledì, 4 maggio 2011 @17:27

non sono mai stata in sicilia, l'unica regione d'italia ancora da visitare, meglio così!, sono sicura che sarei impazzita di nostalgia..."dopo"

'povna | Martedì, 3 maggio 2011 @10:24

L'anno scorso mi sono trovata ad Agrigento a fine marzo, per un bislacco giro del destino: profumi, colori, sapori indimenticabili!

'povna (http://nemoinslumberland.splinder.com/ )

Lila | Lunedì, 2 maggio 2011 @22:52

Non sono mai stata in Sicilia ma ho ben presente il sapore del finocchietto selvatico ed hai ragione tu Lisa, sì, le terre e la Storia sono fatte di sapori e di odori così come le persone sono fatte di parole e di sensazioni...
Un sorriso!

domo | Lunedì, 2 maggio 2011 @21:23

sono appena tornato da vulcano, nelle eolie, dove ho girato delle immagini dell'isola...Quel vulcano ha una energia magnifica, potente e magica nella sua essenza. Di questo periodo poi crescono i finocchi selvatici e l'aria è carica di odori.
Il vulcano, per me, è femmina. Impetuoso e potente, lava che scende e crea un solco, una strada.
Al vulcano non puoi che sorridere temerlo...e amarlo profondamente.

LISA | Lunedì, 2 maggio 2011 @20:53

AMINTA: ma la Storia è fatta anche di sapori. Lo sa bene il finocchio selvatico che cresce vicino ai templi.

Aminta | Lunedì, 2 maggio 2011 @20:33

quando i turisti d' oltralpe parlano con entusiasmo del mio paese solo sotto forma gastronomica io mi sento avvilita. benissimo il finocchio selvatico, e il resto cosa ci racconta? forse storie già conosciute da alcuni ma non da tutti.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.