Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Quando sei vicino a me.

Venerdì, 13 maggio 2011 @08:02

"Ma quando sediamo vicini, insieme, scivoliamo l’uno nell’altra, ci fondiamo con frasi e parole. Il confine tra noi sfuma, è avvolto nella nebbia. Siamo impalpabile territorio".
(Virginia Woolf)
Quando sei vicino a me.

La frase che ho scelto oggi per City è tratta da "The waves", uno dei primi libri che ho letto di Virginia Woolf. La traduzione, imperfetta, è mia.

Come ogni venerdì, trovate il Buongiorno di oggi anche in inglese. Ed ecco il mio solito appello del venerdì: se vi piace, diffondete, mandate, linkate i vostri amici globish! Portiamo un po' di bora poetica nel mondo, che ne dite?

7 commenti

Nottesilente | Lunedì, 16 maggio 2011 @21:50

Quanti brividi con queste parole...

Aminta | Domenica, 15 maggio 2011 @23:24

Singolare questa Virginia Woolf, che ha scelto di morire come Ofelia. Invece di raccogliere fiori si è messsa grossi sassi nelle tasche per vincere l'istinto di sopravvivenza. Vai a capire quelle che succede nella mente di chi usa parole tanto belle e convincenti e poi decide di affondare e di perdersi al di là dei confini della vita.

valentina | Domenica, 15 maggio 2011 @17:21

proprio stamattina mi sono commossa ad osservare un babbo e un figlio condividere un momento, da protagonisti, della festa della città dove vivo. Ho pensato al mio di babbo, che non c'è più e alla bellezza di quello sguardo complice e orgoglioso.

paola | Domenica, 15 maggio 2011 @16:11

questo stare vicini è applicabile anche ai genitori, in special modo se sono anziani "ci fondiamo con frasi e parole"...loro hanno parole per noi (figli) anche quando non ci parlano. Ascoltiamoli

una a caso | Sabato, 14 maggio 2011 @18:56

oggi vicini .ma non troppo .abbiamo passato gran parte della giornata in mezzo a un mare di fiori nella tenuta delle Fendi "i casali del pino" ....il confine tra noi si perdeva tra i colori e il verde del grano. ....spero che abbiate avuto tutte un buon sabato

Giusy d\'a. | Venerdì, 13 maggio 2011 @13:38

Bella questa frase resa ancor più intensa dalla traduzione e applicabile a tutte le stagioni della vita sentimentale. Valide anche per la scrivente che ha alle spalle un lungo percorso a tratti molto accidentato ma sempre in compagnia della stessa persona. Noioso forse, ma non per me. Proprio quando sediamo vicini scatta un non-so- che. Vero, un territorio impalpabile.
Eh, Lisa, questa volta ho dato una sbirciatina al tuo Buongiorno inglese.

stefania | Venerdì, 13 maggio 2011 @08:54

sedersi vicini, lasciare lo sguardo vagabondare..e poi scoprire con sorpresa di aver guardato, pensato, stupido le stesse identiche cose.
quando accade sono straordinariamente felice

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.