Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La madre dell’uomo con cui salto attraverso il fuoco.

Mercoledì, 13 luglio 2011 @08:40

"Dunque è sua madre.
Questa piccola donna.
Artefice dagli occhi grigi.
La barca su cui, anni fa,
lui navigò fino a riva.
E’ da lei che è venuto fuori nel mondo,
nella non-eternità.
Genitrice dell’uomo
con cui salto attraverso il fuoco.
E’ dunque lei, l’unica
che non lo scelse
pronto, compiuto. Da sola lo tirò
dentro la pelle a me nota,
lo attaccò alle ossa
a me nascoste.
Da sola gli cercò
gli occhi grigi
con cui mi ha guardato."
(Wislawa Szymborska)
Sua madre.

Wislawa Szymborska, nata nel 1923 in Polonia, Premio Nobel per la Letteratura nel 1996, una delle mie poetesse preferite. I versi di oggi sono tratti dalla poesia "Nato", nella raccolta "La gioia di scrivere", Adelphi.

Oggi il mio primo tweet! Per diventare follower (aiuto, come parlo?), mi trovate, ovviamente, come @lisacorva

1 commento

Andy | Mercoledì, 13 luglio 2011 @10:03

Mamma: quante parole in una sola.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.