Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il silenzio è fatto di parole che non abbiamo pronunciato.

Venerdì, 15 luglio 2011 @08:42

"Il silenzio è fatto di parole che non abbiamo pronunciato."

(Marguerite Yourcenar)

Che non abbiamo pronunciato, ancora.

Un rumoroso silenzio, dunque. Ma forse a volte è meglio non pronunciarle proprio, quelle parole, lasciarle nell'aria. Intanto, in Lisa globish, le parole della Yourcenar in francese.

A proposito, continuano ad arrivare i primi followers, che emozione... Dunque, se siete su Twitter, cercatemi! @lisacorva

8 commenti

stefania | Lunedì, 18 luglio 2011 @08:10

vivo di silenzio in questi mesi e mai come in questi mesi le parole nella mia testa e nel mio cuore fanno baccano, mi impediscono sonni sereni, non mi danno lucidità..se uscissero fuori combinerebbero grossi guai, meglio tenerle buone..in silenzio!

Giusy d'antan | Domenica, 17 luglio 2011 @18:57

semplice e profonda questa frase. La Yourcenar mi è sempre piaciuta molto, ricordo le "mémoires d'Adrien" e "l'oevre au noir", gli unici libri che ho letto di questa scrittrice. Mi sa che li riprenderò in mano. Merci, Lisa

Lila | Sabato, 16 luglio 2011 @22:06

Appunto, parole che ancora non abbiamo pronunciate che restano lì in un angolo del nostro cuore forse in attesa che arrivi la persona giusta quella che capiremo e che ci capirà.
Un sorriso cara Lisa!

valentina | Venerdì, 15 luglio 2011 @18:22

che meraviglia la berberova...alcuni silenzi sono punitivi, senza sostanza. Amo le parole:scritte, strillate, sussurate, regalate.

LISA | Venerdì, 15 luglio 2011 @14:53

Che bello, quando qualcuno capisce i nostri silenzi. Ricordate il Buongiorno del 23 marzo 2010? Lo trovate in archivio, comunque eccolo qui:
"Quell’uomo mi ha offerto, una sera, un bellissimo momento di silenzio. Non lo dimenticherò tanto presto. E’ uno dei miei ricordi migliori dell’anno. C’è chi serba il ricordo delle sue conversazioni, io rammento quel silenzio". (Nina Berberova)
Questo mi piace di te: poter stare in silenzio, ma insieme.

paola | Venerdì, 15 luglio 2011 @13:34

...e non basterebbero tutte le parole del mondo per dirti ciò che provo ma so che tu capisci i miei silenzi...

Stefano | Venerdì, 15 luglio 2011 @11:10

Non ci sono parole per descrivere il silenzio di uno sguardo
Non ci sono parole per tradurre i silenzi del cuore

gazzella silente | Venerdì, 15 luglio 2011 @10:35

I nostri lunghi silenzi sono come romanzi da leggere , da scoprire ... I momenti che trascorriamo, guardandoci negli occhi e assaporando l'intimità delle nostre anime, sono come una boccata d'aria dolciastra che mi riempie il cuore di tutta la tua essenza , di tutto ciò che siamo..semplicemente io e te ! (L'aquila e la gazzella)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.