Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il cuore ha le sue prigioni che l’intelligenza non apre.

Venerdì, 11 novembre 2011 @07:30

"Il cuore ha le sue prigioni che l’intelligenza non apre."
(Marcel Jouhandeau)
E io. Prigioniera felice.

13 commenti

Gisilbert | Mercoledì, 14 dicembre 2011 @08:12

una di queste prigioni certamente è l'amore.Dice a ragione la donna che amo,Rebecca:..questo fervore è chiamato amore perchè la persona che si è amata sempre si ama.
Anche io la penso così e l'ho espresso in diverse poesie
Ciao

LISA | Sabato, 12 novembre 2011 @20:17

PAOLA: sì, lo disse Pascal. Invece Marcel Jouhandeau fu uno scrittore francese del Novecento, poco o per nulla conosciuto in Italia. Questi francesi, che si fanno problemi a interrogarsi e filosofeggiare sul cuore...

Paola | Sabato, 12 novembre 2011 @14:56

"il cuore ha ragioni che la ragione non conosce" mi sembra che lo abbia detto Pascal. Un Bacio a tutti e buon fine settimana.

una a caso | Sabato, 12 novembre 2011 @08:59

ilaria grazie .devi dirci solo quando ...un salutone

ilariaquarteroni | Sabato, 12 novembre 2011 @06:55

la mia mamma diceva:"il sangue non è acqua".mi sa che vi invito tutti ...lasciatemi il tempo di organizzare...per ora posso dirvi che il kanten di frutta non è male...quello con le mele a me piace...i gusti sono gusti.non fate troppa macedonia nel week and...mah!

Susy_Anne | Venerdì, 11 novembre 2011 @23:56

Questions of science, science and progress,
Do not speak as loud as my heart.

Cole | Venerdì, 11 novembre 2011 @20:02

O il contrario. E io prigioniera infelice.

Cristina | Venerdì, 11 novembre 2011 @11:22

Ciao Anonimo,
sì, forse non mi sono spiegata bene io.
Cuore e ragione, entrambi ospiti dello stesso albergo. Anche se forse, come di cut, quando c'è uno dei due, l'altro esce di scena.
In ogni caso, entrambi, irrinunciabile sostanza del nostro essere umani.
Tuttavia, sai, io penso che il confine non sia poi così netto. Che sia un po' come nell'immagine del Tao, e cioè che il cuore contenga un pizzico di ragione e viceversa.
La filosofia e le antiche tradizioni orientali insegnano che gli opposti non posso mai esistere da soli. Che l'altro lato della luna, c'è sempre, anche se momentaneamente in ombra.

tizzi59 | Venerdì, 11 novembre 2011 @09:47

Prigionieri del cuore ma con la consapevolezza che quel che c'é fuori è molto peggio.

Anonimo | Venerdì, 11 novembre 2011 @09:40

Per Cristina
Vedi ANONIMO | Venerdì, 14 ottobre 2011 @09:19

Il cuore e la ragione sono due ospiti dello stesso albergo che non si incontrano mai: quando uno entra, l’altro esce….

Cristina | Venerdì, 11 novembre 2011 @09:30

... ma anche l'intelligenza, spesso, ha le sue ragioni che il cuore non comprende. Salvo poi ritornarci sopra, col senno di poi, sulla scia di un senso di colpa, una nostalgia, un rimpianto.
In ogni caso fragili mortali, condannati all'incertezza, alla contraddizione e all'autogiustificazione, siamo prigionieri di entrambi: cuore e ragione. Umana, inestricabile, sostanza.

Stefano | Venerdì, 11 novembre 2011 @09:15

Voglio rimanere ignorante. Perchè quella è l'unica prigione dalla quale non voglio evadere...

una a caso | Venerdì, 11 novembre 2011 @08:32

......con qualche extrasistole in meno ,non è male .

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.