Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Nuovi stili d’autunno: "stamattina mi sono vestita a occhi chiusi", cupcake dress e look raffreddore. (E la fine del look bunga bunga).

Domenica, 13 novembre 2011 @11:05

Conoscete lo stile "stamattina mi sono vestita a occhi chiusi"? Particolarmente popolare nelle mattine di freddo, quando tutto si vorrebbe fuorché uscire di casa (e doverci rimanere fino a sera: ma chi ce la fa fare di essere donne multitasking?). Eppure - così almeno sostiene un’amica stilista, e se lo dice lei c’è da crederci – è uno stile che funziona. Si chiudono gli occhi e si mixa il pois con il tartan; ma anche i materiali: pizzo, tweed e maglia...
Poi c’è lo stile cupcake. Avete presente i dolcetti americani iper-decorati che piacciono tanto anche in Italia? Eccoli in versione moda: micro-abiti zuccherosi, magari in tutte le sfumature del rosa, o con pizzi (tagliati al laser però). Non li amo, anche perché ai cupcakes (belli da vedere ma immangiabili) preferisco i marrons glacés e i macarons parigini.
E infine c’è lo stile raffreddore. Quello per cui usciremmo di casa solo avvolte in un maglione oversize e tricottato, con sopra una sciarpona, anzi – possibilmente - un plaid. Uscire di casa? Che dico. Con il raffreddore, di casa non usciamo proprio, ci si avvolge in una coperta, e si legge un libro finché ci si chiudono gli occhi. Il massimo dello sforzo è giocare con l'iPad, su cui sto lasciando tutte le mie ditate cercando di capire come funziona. (E su cui ho seguito in diretta la fine - speriamo - dell'era bunga bunga, anche in quanto look moda, spero). Già, sono finalmente proprietaria di un iPad! Ora posso felicemente girare per il mondo con bagaglio leggero, quando mi deciderò a uscire dalla mia coperta cocoon, s'intende. Questo, comunque, è il look che ho adottato questo weekend. Consiglio!

Il look "stamattina mi sono vestita a occhi chiusi" è un’idea buffa di Patrizia Pieroni, stilista romana: http://www.patriziapieroni.it/

6 commenti

ilariaquarteroni | Lunedì, 14 novembre 2011 @05:18

...il tatto e l'olfatto ci guidano nelle scelte,anche dei vari indumenti. un lieve soffio d'autunnovembrino,ci sia gradito.iaiaq

Aria | Domenica, 13 novembre 2011 @20:06

Il look a-occhi-chiusi è un pò come dire: siamo alla frutta.
Non mi piace e mi sembra solo l'ennesima trovata per chi manca di fantasia. D'altra parte non è nemmeno una novità, basta pensare al grunge...
Però, si sa, basta cambiare nome e sembra tutto nuovo :-)

ilariaquarteroni | Domenica, 13 novembre 2011 @19:05

mi piace l'abbigliamento "a cipolla"...oggi mi sento cipolla! un avvolgente abbraccio color cipolla dorata.una buona settimana di.. salute a tutti !snif........ilaria

Giusy | Domenica, 13 novembre 2011 @15:58

Bella la tripletta, sono veramente abile nello scrivere e nel postare. (eccesso di autostima?)

Giusy d\\\'antan | Domenica, 13 novembre 2011 @15:56

ciao, Lisa. Come mi piacciono e mi divertono i tui articoli leggeri come piume ma con uno spillo conficcato tra le parole. Non vado oltre, non voglio infierire anche perchè non siamo ancor bene sicuri di come andremo a finire. quasi una rima amore-cuore come ha scritto qualcuno in questo blog, ma oggi mi sento molto ...lirica. Tornando all'abbigliamento, io, data l'età, non uso il forcone, tento pericolosamente a vestire quasi sempre gli stessi abiti, con aggiunte varie che li rendono portabili. Sai cosa mi dicono le signore più o meno amiche? Come sei chic! e non sanno che riesumo reperti archeologici dal pozzo di San Patrizio (il mio armadio- guardaroba) Ad majora! non è brocardo ma mi viene spontaneo questo augurio pieno di incertezze...

annetta | Domenica, 13 novembre 2011 @14:09

Simona, una mia simpaticissima ex collega, diceva sempre:"stamattina mi sono vestita col forcone" nel senso che infilava il forcone nel mucchio dei vestiti accumulati nell'armadio (o fuori..) e quel che ci restava attaccato se lo metteva. Il risultato in effetti era a volte un pò improbabile ma la travolgente simpatia del soggetto compensava pienamente le carenze di look...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.