Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perfino ripiegato in un cassetto il paradiso odora di buono.

Giovedì, 15 dicembre 2011 @08:21

"Perfino ripiegato in un cassetto il paradiso odora di buono."
(Yvon Le Men)
Casalinghitudine. Il piacere di stare a casa.

I versi che ho scelto oggi per City sono del poeta francese Yvon Le Men, e non sono l’unica che glieli ha rubati: l’ha fatto anche lo scrittore Björn Larsson, che li ha prestati al protagonista del suo giallo, "I poeti morti non scrivono gialli "(Iperborea), ovvero un poeta che vive su una barca in un porto svedese e che viene assassinato… Il libro mi è piaciuto molto, i versi pure. E oggi, rileggendoli, pensavo: non parlano solo di casalinghitudine (e forse di bucato, di lenzuola appena lavate); ma anche di quando, in un cassetto, infiliamo sogni, ricordi, la bellezza del mondo.

10 commenti

Aminta | Sabato, 17 dicembre 2011 @20:29

Malusessantatre: pensavo ai miei dolci natalizi, non ai tuoi (:D)

malu63 | Venerdì, 16 dicembre 2011 @19:35

@aminta nn ho mica detto che li mangiamo a Natale..... abbiamo già iniziato nn saranno stantii tranquilla :))

else | Venerdì, 16 dicembre 2011 @17:24

Condivido, anzi condiVivo ogni giorno tutto questo !

LISA | Venerdì, 16 dicembre 2011 @17:13

GIUSY e ANNETTA: ho googlato anch'io il film, Lea Massari nelle foto di scena ha degli abiti poveri, un po' recessionisti, meravigliosi; una camicia e una gonna a quadri che sembrano fattte di cotonina... Era il 1956, ho letto. Lea Massari la ricordo, invece, nello sceneggiato televisivo tratto da "Quaderno proibito" di Alba de Cèspedes, uno dei miei libri vintage cult.

Giusy | Venerdì, 16 dicembre 2011 @15:56

Ciao, Annetta, grazie del consiglio che, all'occasione, verrà senz'altro seguito. Guarda che I sogni nel cassetto è un film triste e amaro, si accompagna bene a una serata nebbiosa della nostra città, ma non solleva il morale... Approfitto dello spazio che Lisa ci concede per dirti che Aunty Mame mi ha fatto morire dal ridere. 'Stragrazie'...e buone Feste. Giusy

annetta | Venerdì, 16 dicembre 2011 @15:31

@giusy - pare sia di tale Renato Castellani. Anch'io inizio ad amare i vecchi film, italiani ma non solo, che grazie anche ad un gruppo di amici cinefili sto riscoprendo con grande gioia. Giusy, quando la memoria ti fa cilecca vai su www.mymovies.it .. io nel frattempo metto il tuo film nella mia lista per le nebbiose serate d'inverno. Buon weekend al calduccio a tutte !

ilaria quarteroni | Venerdì, 16 dicembre 2011 @01:56

...in questi giorni "la rondine dell'anima " si diverte a saltellare su una zampa sola e apre cassetti vari.escono ricordi profumati di: lavanda, elicriso,yuta e zenzero.ho riposto con infinita delicatezza e arte una camicia da notte e un pigiama azzurro. ringrazio la vita per avermi dato queste opportunità.vi auguro momenti profumati di amicizie e amori.che la notte ci sia compagna... ili

Aminta | Giovedì, 15 dicembre 2011 @20:42

La mia casalinghità oggi non profuma di buono, troppo presto per i dolci casalinghi, fra dieci giorni sarebbero stantii... è coatta, senza paradiso, pensa solo ai preparativi per un Natale che speriamo si ripeta con la stessa serenità per gli anni a venire

malu63 | Giovedì, 15 dicembre 2011 @17:32

Si !!!! oggi la mia ha un gran profumo di buono, dolci natalizi appena sfornati, casalinghitudine si mi piace :))

giusy d\'antan | Giovedì, 15 dicembre 2011 @14:48

i sogni nel cassetto. Ve lo ricordate quel vecchio film con una bravissima Lea Massari? Voi no, io sì, per via dell'età, e per via dell'età non ricordo chi l'abbia girato.Anch'io ho un vero cassetto, molto, molto privato e quando lo apro,ne scaturisce la mia vita passata, la bellezza e le sofferenze del mio piccolo mondo.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.